In “Halo 5: Guardians” ogni cosa che fai in multiplayer Arena incide sul tuo ranking, e l’unica modalità “non classificata” è in qualche modo Warzone. Una ipotesi ha quindi iniziato a circolare: l’assenza di modalità non classificate sarebbe voluta e pensata per spingere i giocatori, soprattutto quelli più casual, verso Warzone. Dove le REQ, le ricompense, sono utilizzabili a pieno. E le REQ, ricordiamo, possono essere comprate con soldi reali. Insomma, l’idea sarebbe stata incoraggiare i giocatori casual verso la modalità ciucciasoldi del gioco.

Il capo dello studio 343 Industries, Josh Holmes, ha risposto a queste insinuazioni sul forum di Team Beyond. “Non c’era nessun intento malevolo dietro la nostra decisione di avere solo modalità classificate in Arena. Questo è stato semplicemente l’obiettivo che la squadra che lavorava su quella esperienza si è posta a livello di design. Detto questo, abbiamo fatto nostre le vostre richieste e stiamo attivamente lavorando per supportare modalità non classificate in Arena con un aggiornamento futuro. Può sembrare molto semplice da fare, dall’esterno, ma in realtà per convertire le modalità di Arena a modalità non classificate non basta pigiare un buttone. Troppo lungo da spiegare. In sostanza: vi ascoltiamo, ci stiamo lavorando.”

343 Industries si è già messa a lavoro pure su “Halo 6”, che concluderà la seconda trilogia delle vicende di Master Chief (non mi importa se ora ci hanno infilato pure Locke: il protagonista per me resta Master Chief). Qua trovate la nostra recensione di “Halo 5: Guardians”, e qua le ultime novità sui suoi aggiornamenti che, a quanto pare, si stanno rivelando particolarmente ricchi e importanti, soprattutto dal punto di vista del multiplayer.

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]