Abbiamo dato ieri notizia dei problemi su mathmaking e server che han costretto Ubisoft a rimandare l’inizio della Open Beta di “Tom Clancy’S Rainbow Six: Siege” su tutte le sue piattaforme (PlayStation 4, Xbox One e PC). Una notizia brutta e preoccupante, considerando che il gioco deve uscire tra meno di una settimana (il primo dicembre). Ma un aggiornamento del post sui forum Ubisoft informa che i guai son finiti e che la Open Beta è operativa dalle sei di questa sera (secondo il fuso orario italiano). Jax, Community Manager di Ubisoft, scrive: “Vogliamo ringraziare tutti i partecipanti alla Beta. Il vostro feedback ci ha aiutati a migliorare. E ci scusiamo con tutti quelli che ancora non son riusciti a giocare, scusandoci per la vostra pazienza e la vostra comprensione”.

L’Open Beta di “Tom Clancy’s Rainbow Six: Siege” durerà sino al 29 novembre, a meno che non venga prolungata per farsi perdonare del ritardo. I progressi dei giocatori non passeranno alla versione definitiva del gioco, e questa Beta ha soprattutto lo scopo di testare l’infrastruttura del gioco, i server e i matchmaking (e in effetti è servita davvero a questo). Perciò saranno disponibili solo pochi personaggi, mappe e modalità: quattordici Specialisti (le classi del gioco), tre mappe e tre modalità (due PvP e una PvE).

“Tom Clancy’s Rainbow Six: Siege” è l’ultimo capitolo della serie di sparatutto tattici “Tom Clancy’s Rainbow Six”, da tempo assente da computer e console e ora ritornata con una nuova formula, trasformato in uno sparatutto multiplayer cooperativo. È un grosso cambiamento, ma, come abbiamo scritto, nel videogioco esisterà una seppur piccola parte dedicata al giocatore singolo: sfide/missioni adatte più che altro a imparare a sfruttare le varie classi, ma che potrebbero rivelarsi interessanti.

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]