Se c’è una cosa che accomuna i remaster che ormai più che arricchiscono il catalogo ludico di PlayStation 4 e Xbox One è che tutti cercano di porre rimedio ai limiti tecnici delle vecchie PlayStation 3 e Xbox 360, in certi casi persino senza offrire contenuti aggiuntivi inediti, ma limitandosi a garantire un aspetto tecnico di tutto rispetto senza le varie problematiche (risoluzione nativa e frame-rate su tutti) che hanno contraddistinto la generazione precedente. Il caso di Deadpool, rilanciato in questi giorni per PlayStation 4 e Xbox One, appartiene proprio a quest’ultima categoria: una rimasterizzazione che si limita al compitino tecnico, senza sorprendere più di tanto e senza offrire neanche il massimo sotto questo punto di vista, considerato che, clamorosamente, qualche compromesso è persino rimasto.

Le migliori offerte su Deadpool per PlayStation 4 [CLICCA QUI]

Deadpool per PS4 e Xbox One – Recensione remaster

Deadpool Recensione PS4 Xbox One 02
La riedizione del videogioco dedicato all’irriverente personaggio dei fumetti ideato da Fabian Niceza e Rob Liefeld è stata affidata al team di Iron Galaxy Studios, lo stesso autore del “disastro” della versione PC di Batman: Arkham Knight, ma che è anche dietro il buon remaster della Borderlands: Handsome Collection. In questo caso, la qualità del lavoro dello sviluppatore è più vicina all’ultima situazione, considerato che vengono risolte le principali magagne delle versioni PlayStation 3 e Xbox 360: la risoluzione è ovviamente nativa a 1080p in entrambi i sistemi di questa generazione e il frame rate è ancorato a 30 fps senza la minima incertezza. Nonostante tutto è un peccato, perché si poteva fare di più proprio a livello di ottimizzazione: ok, non si assiste più ai tremendi cali di frame che in certi casi minavano l’esperienza di gioco nelle prime edizioni di Deadpool, ma è chiaro che con l’hardware di PlayStation 4 e Xbox One si poteva tranquillamente offrire ai giocatori un prodotto capace di ancorarsi ai 60 fps. Il tutto se si considera inoltre che l’aspetto tecnico del gioco era già solo discreto in passato e anche ora non si sono visti grossi miglioramenti, se non nella pulizia visiva.

Deadpool Recensione PS4 Xbox One 03

Discorso di eccessiva sufficienza che volendo può essere applicato anche ai contenuti, sebbene publisher e sviluppatore non avessero promesso grosse novità sotto questo punto di vista. Il gioco è totalmente identico alla versione originale senza l’inclusione di materiali inediti, se si esclude la decisione saggia di comprendere tutti i DLC finora rilasciati, che consistono in due mappe sfida bonus e nei costumi Uncanny X-Force e D-Pooly per la Infinite Mode. Ovviamente non si tratta di nulla che stravolga le carte in tavola, ma fa sempre piacere ricevere dei contenuti extra specialmente per i giocatori con le smanie da completamento al 100%.

DeadPool Recensione PS4 Xbox One 01

Per il resto, come si diceva, Deadpool ripropone la medesima esperienza di gioco già vista su PlayStation 3 e Xbox 360: parliamo nello specifico di un action in terza persona con meccaniche hack’n’slash e da sparatutto in terza persona molto semplici. Obiettivo dell’utente è quello di farsi strada tra i nemici fino ad arrivare a tradizionali boss di fine livello. Il sistema di gioco è votato alla massima semplicità e immediatezza, cosa che fa storcere il naso a quella fetta di pubblico interessata a un gameplay decisamente più profondo e complesso. Non parliamo quindi di un prodotto di alto livello da questo punto di vista, ma che si salva per l’indubbio carisma del protagonista. Deadpool è un personaggio senza mezze misure, spassoso, divertente e abituato a prendere sempre il lato comico di ogni situazione. Le sessioni di gioco, grazie anche alle sue continue battute, risultano essere molto divertenti e leggere, anche se non mancano momenti in cui bisogna mettersi un attimo a riflettere e lottare considerata la pericolosità di alcuni nemici, nonostante un’intelligenza artificiale non proprio allo stato dell’arte. La sceneggiatura a opera di Daniel Way, ex sceneggiatore dell’omonimo fumetto, regge bene dall’inizio alla fine, con dialoghi ben scritti che ben rispecchiano l’umorismo di Deadpool, il quale è consapevole di trovarsi all’interno del “suo” videogioco e decide di voler cambiare la storia ideata dagli sviluppatori, aggiungendo chiaramente armi, sangue a fiumi e nemici da affettare. Insomma, se da una parte c’è un gameplay che propone un action dai ritmi frenetici, ma affetto da una grave ripetitività e da una longevità non propriamente eccezionale, dall’altra si ride di gusto praticamente per tutta la durata dell’avventura. Ed è un pregio non da poco che rende questa produzione più che sufficiente.

Le migliori offerte su Deadpool per Xbox One [CLICCA QUI]

Commento finale

Deadpool per PlayStation 4 e Xbox One non rivoluziona il gioco originale, ma si limita a svolgere il compitino di risolvere le problematiche tecniche delle edizioni PlayStation 3 e Xbox 360 senza sorprendere neanche sotto questo punto di vista. L’acquisto di questa versione per console current-gen è consigliato esclusivamente ai fan del fumetto e a coloro che non hanno ancora giocato il titolo lanciato nel 2013, ma a un prezzo inferiore rispetto a quello consigliato al pubblico di ben 50 euro, troppi per una rimasterizzazione che aggiunge veramente poco al valore del pacchetto.

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]

Deadpool per PS4 e Xbox One - Recensione
Grafica6
Sonoro7.5
Giocabilità7
Longevità7
Aspetti positivi
  • Deadpool è un personaggio spassoso e irriverente
  • Ottimo doppiaggio per il protagonista
  • Sistema di gioco semplice e immediato
Aspetti negativi
  • Remaster appena sufficiente
  • Prezzo alto
  • Ripetitivo alla lunga
6.5Punteggio totale
Voti lettori: (16 Voti)
5.8