Samsung ha comunicato ai rivenditori sudcoreani che nel corso del 2016 taglierà le consegne di smartphone del 12%. Non è stato specificato un motivo per il quale si sarebbe scelto questo cambio di passo, di conseguenza sono molte le speculazioni che hanno trovato terreno fertile in seguito a questa notizia.

Gran parte degli analisti sono certi del fatto che il taglio delle consegne sia da interpretare come una mossa di difesa rispetto alla saturazione del mercato: in commercio ci sarebbero troppi dispositivi, anche piuttosto variegati nell’offerta, che non necessiterebbero di una sostituzione abbastanza frequente. E Samsung, onde evitare di dover fare i conti con una marea di pezzi invenduti preferirebbe evitare di produrli a monte (anche perchè il processo produttivo ha pur sempre un suo costo).

L’azienda ha inoltre intenzione di spostarsi verso la gamma entry level per tentare di sfondare in quei mercati emergenti nei quali c’è una maggiore possibilità di crescita: la sfida a Xiaomi è praticamente stata annunciata. Ma ciò non preclude comunque un dispendio di energie volto alla realizzazione di top di gamma di gran qualità.

Si respira perciò aria di grande fermento da parte del colosso sudcoreano, soprattutto perchè se da una parte ci saranno meno consegne, dall’altra sembra che il 2016 sarà anche l’anno dell’invasione dei dispositivi economici a marchio Samsung.

via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]