Chi ha detto che Helio X20 soffre di surriscaldamento?! MediaTek ha fermamente riferito che è del tutto falso il fatto che il suo processore modello di punta abbia dei simili problemi. Delle indiscrezioni sul noto social network Weibo avevano avanzato il contrario proprio ieri, paragonando il processore al “caldo” Qualcomm Snapdragon 810. Esse hanno inoltre riportato che le case produttrici HTC, Lenovo e Xiaomi stessero eliminando l’impiego del processore nei loro futuri smartphone.

MediaTek Helio X20 è il primo processore deca core per dispositivi mobili con architettura Tri-Cluster. Esso vanta un processo di produzione a 20 nanometri, ed è formato da quattro CPU Cortex A53 dalla frequenza di 2 Ghz, altri quattro Cortex A53 depotenziati ad 1,4 Ghz e due Cortex A72 che girano a 2,5 Ghz.

La casa produttrice MediaTek ha smentito le “diffamazioni” e ha confermato che il processore è in produzione di massa e gli accordi con le case produttrici filano del tutto lisci. Inoltre ha anche spiegato come fa Helio X20 ad evitare del tutto il surriscaldamento.

In poche parole, quando le temperature dei due Cortex A72 iniziano ad alzarsi, essi smettono automaticamente di funzionare lasciando il lavoro agli otto Cortex A53. Molti si chiederanno: ma allora il processore è effettivamente un deca core solamente per un determinato periodo di tempo, poi diventa un octa core come i predecessori? Da quanto esposto da MediaTek sarebbe così.

via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]

A proposito dell'autore

Michele Ingelido

MICHELE, 22 anni, diplomato in Ragioneria indirizzo Programmatori e laureando all'università nella facoltà di Ingegneria Informatica. Sono un appassionato di tecnologia fin da piccolo a 360 gradi, esperto e ferrato su PC, smartphone, tablet e prodotti tecnologici riguardanti la musica. Raggiungo sempre gli obiettivi che mi prefisso con massima costanza e determinazione, e punto sempre a massimizzare l'aspetto etico e professionale nel mio lavoro al fine di fornire risorse complete e affidabili sotto tutti i punti di vista.