Secondo Financial Times, uno dei giornali più importanti della Gran Bretagna e del mondo intero, anche Google potrebbe presto rilasciare un visore per la realtà virtuale basato su CardBoard. Ma per Google sarà diverso: si tratterà di un visore avanzato e innovativo, ancor più del neo rilasciato Samsung Gear VR, che è attualmente il miglior top di gamma per quanto riguarda questi dispositivi.

Ed oltre all’affidabilità del famoso giornale economico e finanziario, essendo che all’interno di Big G è stata fondata una nuova divisione per la realtà virtuale, ci sono buone probabilità che la notizia sia vera.

La caratteristica più importante del nuovo visore per la realtà virtuale di Google sarà il fatto che non saranno più solo i sensori degli smartphone a riconoscere il movimento della testa, come i modelli finora rilasciati. Questo visore avrà a disposizione dei nuovi sensori di movimento incorporati e l’esperienza sarà ancor più fluida e realistica.

Sono già terminati i tempi in cui si utilizzava lo spartano cartone per realizzare i visori per la realtà virtuale. Il nuovo dispositivo di Google avvrà un design robusto realizzato in plastica. Infine, anche le lenti attraverso le quali si potrà visualizzare il display dello smartphone saranno sensibilmente migliorate. Riuscirà Google a neutralizzare la concorrenza di Samsung?

via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]

A proposito dell'autore

Michele Ingelido

MICHELE, 22 anni, diplomato in Ragioneria indirizzo Programmatori e laureando all'università nella facoltà di Ingegneria Informatica. Sono un appassionato di tecnologia fin da piccolo a 360 gradi, esperto e ferrato su PC, smartphone, tablet e prodotti tecnologici riguardanti la musica. Raggiungo sempre gli obiettivi che mi prefisso con massima costanza e determinazione, e punto sempre a massimizzare l'aspetto etico e professionale nel mio lavoro al fine di fornire risorse complete e affidabili sotto tutti i punti di vista.