“Salt and Sanctuary” di Ska Studios, sostanzialmente “Dark Souls” come platform a due dimensioni, arriverà su PlayStation 4 il 15 marzo, mentre gli utenti PlayStation Vita dovranno ancora aspettare (non si sa sino a quando) per poterlo provare (ma il gioco usufruirà del cross-buy, quindi se possedete entrambe le piattaforme dovrete comprarlo una volta sola). “Salt and Sanctuary” uscirà anche per PC, Max e Linux: l’esclusiva per Sony, dicono gli sviluppatori, è momentanea e breve e poi il videogioco arriverà su Steam.

A differenza di “Dark Souls”, “Salt and Sanctuary” non avrà multiplayer competitivo e cooperativo se non locale. Almeno all’uscita: gli sviluppatori vorrebbero potenziare questa parte del gioco in futuro, anche se non promettono niente. Sarà però, appunto, possibile giocare in coop locale con un secondo giocatore: i nemici diventeranno un po’ più forti, le magie curative agiranno entro un’area e sarà presente una magia capace di resuscitare il compagno in caso di morte.

Un oggetto, chiamato “Egg of Wrath”, trasforma questo multiplayer cooperativo in competitivo, facendo iniziare la battaglia tra i due giocatori. Basta usarlo, in qualsiasi momento (anche durante la lotta contro un boss), per abilitare il PvP, e la lotta non si ferma sin quando uno dei due giocatori non muore. Il giocatore morto sarà comunque recuperabile nel prossimo altare o nel prossimo Sanctuary, zone di riposo del gioco (esplicitamente ispirati ai falò di “Dark Souls”) in cui si possono trovare personaggi non giocanti amichevoli, evocati dal giocatore usando statuette che si trovano sparse per il mondo di “Salt and Sanctuary”.

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]