Sappiamo davvero poco di “The Legend of Zelda” per Wii U, al punto che non siamo più così sicuri che uscirà per Wii U (o solo per Wii U, considerando che verso fine anno cominceremo a essere nella finestra di uscita del Nintendo NX). Sappiamo che sarà open-world e che non avrà il genere di puzzle che ci aspettiamo da anni da “The Legend of Zelda”. Forse, questo vuol dire che recupererà il gusto dei primi due capitoli, il videogioco d’azione con grande peso sull’esplorazione (oserei dire “alla Dark Souls”) da cui si è allontanato negli anni sino ad arrivare a “The Legend of Zelda: Skyward Sword”.

Sull’ultimo numero di Famitsu (la notizia è riportata da Kotaku), Eiji Aonuma, producer e supervisore della serie “The Legend of Zelda” ha raccontato a che punto è lo sviluppo del gioco. “Siamo molto occupati. Quando sviluppammo Skyward Sword per Wii, alla fine dello sviluppo mi occupai dei dialoghi dei personaggi e dei testi. E ora, come allora, mi sto occupando di queste cose. Anche oggi ho lavorato ai testi. Ma il gioco ha ormai preso davvero forma e le cose cominciano a essere un po’ più semplici. Stiamo andando avanti bene.” Da come ne parla, insomma, “The Legend of Zelda” per Wii U comincia a essere completo, probabilmente almeno come meccaniche.

Secondo Aonuma questo “The Legend of Zelda” sarà qualcosa di completamente nuovo, un salto avanti della serie comparabile a quello compiuto da “The Legend of Zelda: Ocarina of Time”. “Credo che l’ingrediente principale della nostra salsa segreta sia sempre stato Ocarina of Time. Ma stavolta, il sapore cambierà e sarà come passare dal cibo giapponese al cibo occidentale. Forse, i giocatori saranno sorpresi.”

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]