News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

Blizzard ha cambiato l’emoticon “scusa” in Hearthstone perché non suonava sincera

Domani arriva l’espansione “Sussurri degli Antichi” per “Hearthstone”, il videogioco di carte collezionabili di Blizzard, ma intanto è già stato implementato l’ultimo aggiornamento, il 5.0. Con questo aggiornamento è arrivata un’importante serie di nerf per le carte Base e le carte Classiche (qua trovate tutti i dettagli sulle modifiche) allo scopo di indebolire la classica combo del Druido (Forza della Natura più Ruggito Selvaggio), l’abilità Carica e i servitori dotati di poteri di Silenzio e rimozione. E poi è stata modificata l’emoticon “scusa”.

Era da un po’ che se ne parlava in realtà: l’emoticon “scusa”, messa da Blizzard con le migliori intenzioni, era stata sempre usata maliziosamente dei giocatori. Serviva per sottolineare sarcasticamente un’azione (“scusa se ti ho appena sparecchiato tutta la board”) e, a volte, per intimidire l’avversario, cercando di convincerlo di aver appena pescato qualcosa di eccezionale di cui era persino necessario scusarsi. Insomma, l’emoticon “scusa” era usata per un paio di scopi, e nessuno dei due era il sincero scusarsi.

Quindi, ora abbiamo la nuova emoticon “incredibile” (in inglese “wow”) interpretata dai vari personaggi nel modo più sincero possibile. In una sola partita le ho già trovato ben tre usi: prima di tutto, sottolinea un’azione incredibile dell’avversario, poi sottolinea un risultato inatteso è orribile di una mia azione (come quando per sbaglio ho swappato Attacco e Salute di un servitore nemico che era stato potenziato e da un 4/2 lo ho fatto diventare un 5/4 non chiedetemi come ho fatto), e poi di nuovo può servire a scoraggiare un avversario, cercando di convincerlo che ho appena pescato una carta buonissima (“incredibile guarda cosa ho in mano!”).