News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

Hitman – Episodio 2: Sapienza – Recensione

È passato solo un mese dal lancio del primo episodio del nuovo Hitman che, nel caso foste tornati solo oggi da un viaggio su Marte, viene distribuito tramite un’inedita formula episodica. Ma è arrivato già il momento del secondo appuntamento, intitolato Sapienza, ambientato nella nostra Italia, precisamente all’interno di una lussuosa villa e parte di un piccolo paesino sito sulla Costa Amalfitana. Nella recensione del pacchetto di introduzione, che vi consigliamo di leggere per avere un resoconto completo su quella che è l’offerta di questa produzione (dato che qui ci limiteremo a valutare i contenuti inedito del nuovo episodio), avevamo “limitato” un po’ il voto finale in attesa di vedere se la qualità sarebbe stata mantenuta anche con gli appuntamenti successivi. Lieti di scoprire che, se possibile, il gioco è addirittura migliorato.

Hitman Episodio 2 Sapienza - Recensione 03

Hitman – Episodio 2: Sapienza – Recensione: Italia, due coniugi e un pericoloso virus

Il nuovo incarico che spetta all’Agente 47 è quello di raggiungere Sapienza, una cittadina fittizia sita sulla costiera amalfitana, con l’obiettivo di eliminare due coniugi e soprattutto distruggere il ceppo di un nuovo virus che nelle mani sbagliate potrebbe scatenare una catastrofe. Naturalmente, nulla è cambiato sotto il profilo della struttura di gioco di base, ma i miglioramenti a cui si accennava nel paragrafo introduttivo riguardano essenzialmente l’eccezionale level design della mappa. Già con il livello parigino eravamo rimasti favorevolmente impressionati non soltanto dai tanti approcci possibili che permettevano un fattore rigiocabilità molto elevato, caratteristica che è sicuramente alla base di prodotti del genere, ma soprattutto dall’impressionante cura nel dettaglio riposta in ogni angolo, che rendeva una semplice villa un luogo ricco di segreti, stanze e cunicoli tutti da esplorare.

A Sapienza si va addirittura oltre. Non c’è soltanto una villa, ancora una volta molto ricca e completamente esplorabile, ma anche una porzione della cittadina che comprende a sua volta scorciatoie, strade nascoste e persino la possibilità di entrare nei negozi, peraltro curati estremamente nel dettaglio per dare l’impressione di trovarsi davvero in Italia. Questa caratteristica apre a un numero di approcci persino superiore a ciò che veniva offerto nel primo episodio, tanto che abbiamo provato diverse possibilità prima di scegliere la tattica definitiva per completare la nuova missione principale. A quel punto, esattamente come accadeva nell’appuntamento di debutto di questo nuovo Hitman, si aprono varie possibilità: ritentare la missione rispettando obiettivi diversi e ben più complicati, completare il contratto Escalation e quelli creati da altri giocatori, dato che la community è fortunatamente rimasta molto attiva. È un enorme parco giochi in cui l’utente è davvero libero di sbizzarrirsi come gli pare: tanti gli oggetti e i travestimenti a disposizioni (tra cui diversi inediti) e altrettante le possibilità offerte.

Hitman Episodio 2 Sapienza - Recensione 01

Tra le cose che ci convincono meno, confermiamo le perplessità espresse nella precedente recensione: la storia continua ad essere molto accessoria, quasi completamente assente, ed è un peccato dato che una buona sceneggiatura si sposerebbe benissimo con una struttura ad episodi. Seppur lievemente migliorata, l’ottimizzazione continua a lasciar desiderare: i tempi di caricamento sono stati ridotti ma costringono ancora ad attese superiori alla media, mentre fortunatamente il frame rate regge meglio a un livello che offre un impatto visivo veramente eccezionale e bello da vedere. Fattore longevità: la nuova missione si completa in appena un’ora e mezza ma, ripetiamo, l’essenza di Hitman è sempre stata quella di provare gli stessi incarichi più e più volte, provando le diverse tipologie di approccio e tutte le possibilità messe a disposizione. Piaccia o non piaccia la filosofia è essenzialmente quella ed è meglio avere un’ambientazione per volta, ma ben curata e ricca di dettagli, che averne di più di qualità inferiore.

Hitman – Episodio 2: Sapienza – Recensione: Commento Finale

Hitman – Episodio 2: Sapienza conferma e anzi migliora le buone impressioni scaturite dal pacchetto introduttivo. La nuova ambientazione è ancora più vasta e curata della precedente e garantisce una varietà di approcci che mai si era vista prima in un episodio della serie. Data l’ottima costanza mostrata dallo sviluppatore, questa volta alziamo il voto, sperando che a maggio, quando arriverà il terzo episodio, saremo ancora qui a parlare di questo nuovo e particolare Hitman con lo stesso entusiasmo.