Nuova demo per Return of the Obra Dinn, avventura in prima persona con grafica a 1 bit

Lucas Pope, autore del capolavoro “Papers, Please”, ha appena rilasciato una nuova demo gratuita per il suo prossimo videogioco, l’avventura in prima persona “Return of the Obra Dinn”. In “Return of the Obra Dinn”, ambientato all’inizio del 1800, investigo sulla fine dell’equipaggio di una nave ritrovata dopo sei anni. La nave è completamente abbandonata, e un orologio che trovo dopo esserci salito sopra mi consente di rivivere il momento della morte di ognuno dei suoi marinai, ormai ridotti in scheletri.

Grazie a questo potere devo scoprire la sorte di ognuna delle 50 e più persone che erano presenti sulla nave, lottando con lo stile grafico del gioco (composto solo dall’alternanza di pixel bianchi e neri) per scoprire tutti i dettagli necessari, interpretare gli eventi dai frammenti del passato che vedo e raccogliere indizi. I risultati delle mia indagine vanno infine trascritti su un apposito registro, che richiederà informazioni che mi costringeranno a fare davvero attenzione a ogni minimo particolare, visivo e sonoro, che incontro nei flashback.

Lucas Pope aveva già reso giocabile una primissima demo di “Return of the Obra Dinn” nel 2014, ma la build attuale (che dura una ventina di minuti) ha una nuova sequenza introduttiva, una ambientazione decisamente più dettagliata, una colonna sonora rimasterizzata ed espansa, un nuovo flashback, una nuova area e una interfaccia per i menù. Non si tratta ancora di una demo vera e propria, rappresentativa dell’opera finita, e manca ancora (ma Pope promette che sarà implementato) un sistema che mi aiuti effettivamente a tener presenti e collegare tutti gli indizi che mi vengono forniti. Resta un’idea interessantissima, e realizzata con uno stile grafico unico, che vi consiglio di provare: la nuova build è disponibile gratuitamente su itch.io.