Non me lo aspettavo. Parlando a IGN, il produttore del film di “Assassin’s Creed”, Pat Crowley, ha dichiarato che il film sarà per il 65% ambientato nel presente e solo per il 35% ambientato nella Spagna del quindicesimo secolo, a cui il protagonista accede attraverso i ricordi di un suo avo conservati nei suoi geni e alla macchina Animus che può estrarli e farglieli vivere. È una decisione che differenzia decisamente il film da quello a cui ci hanno abituati i videogiochi della serie, e non sono sicuro che a qualcuno davvero interessi qualcosa di tutta la parte nel presente: credevo servisse solo a raccordare i vari capitoli e a motivare le ambientazioni storiche, che sono il vero cuore del gioco. La parte nel presente racconterà di come i discendenti degli Assassini, rapiti dai Templari per esplorare i loro ricordi genetici alla ricerca dei preziosi Manufatti che cercano, fuggano insieme dalla prigionia.

L’intervista, che dovrebbe dimostrare che la produzione ha capito i videogiochi di “Assassin’s Creed” e vuole rispettarli (si intitola proprio “I creatori del film di Assassin’s Creed vogliono provare ai fan di aver capito il gioco”, come se “Assassin’s Creed” fosse concettualmente difficile da capire) contiene anche un’altra strana affermazione, stavolta dj Fassbender. Fassbender, a un certo punto dell’incontro, dichiara infatti che “ho pensato che se tu potessi avere qualcosa come la memoria del DNA, che sembra una teoria plausibile che gli scienziati stanno oggi esplorando, e potessi portarla in un mondo fantasy, questo aiuterebbe gli spettatori a immergersi di più negli elementi fantastici, che sono così radicati in una teoria logica e reale.” Credo che Fassbender non abbia esattamente capito come funzioni il DNA e come possa funzionare la trasmissione di una memoria genetica attraverso le generazioni. Anzi, la faccenda della memoria genetica è tanto improbabile che, per me, è sempre stata il punto debole della trama dei giochi di “Assassin’s Creed”, l’elemento che ogni volta rompe ogni credibilità, ogni sospensione dell’incredulità.

Il film di “Assassin’s Creed” (trovate qui il nostro articolo sul suo primo trailer) uscirà nelle sale italiane il 5 gennaio 2017, un po’ in ritardo rispetto all’uscita americana (il 21 dicembre). Sono attesi altri due film, uno dei quali è stato già sviluppato durante la produzione di questo. Spero che, a differenza di quanto accade nel trailer, nel film non troverò però Kanye West nella colonna sonora.

ATTENZIONE - STAI CERCANDO L'OFFERTA PERFETTA? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]