Alcuni sviluppatori di Battlefield sfottono il nuovo Call of Duty

La presentazione di Call of Duty: Infinite Warfare, nuovo capitolo della serie targata Activision, ha scatenato reazioni miste in tutto il mondo, tra appassionati e addetti ai lavori. Tra questi rientrano anche alcuni sviluppatori impiegati presso DICE, lo studio che in settimana svelerà il nuovo Battlefield, saga diretta rivale, che con un po’ di sufficienza hanno giudicato negativamente quanto mostrato dall’ultima fatica di Infinity Ward pubblicando alcuni tweet-sfottò.

Probabilmente su “suggerimento” di Electronic Arts i cinguettii sono stati adesso rimossi, ma non abbastanza in tempo prima che qualcuno riuscisse a salvare degli screenshot che vi riproponiamo di seguito. Il tono è abbastanza chiaro e di certo non è quello che ci si aspetterebbe da un gruppo di professionisti, per quanto possa essere lecita una sorta di rivalità sul mercato. Uno dei più attivi è Roland Smedberg, Video & Media Editor, che elogia ironicamente l’aspetto grafico di Call of Duty: Infinite Warfare equiparandolo a un prodotto degno del 2010 soprattutto per lo scarso utilizzo, a suo parere, di Depth of Field e di un impianto di illuminazione di ultima generazione. Sulla stessa linea d’onda è Randy Evans, l’uomo che ha curato la realizzazione del trailer del nuovo Battlefield, che lo definisce un gioco già vecchio dieci anni. Julian Monolov, dal suo ruolo di Engineer, critica invece il fatto che il trailer non mostrasse alcuna scena di gameplay. EA e DICE non hanno commentato ufficialmente la vicenda, ma la rimozione improvvisa dei tweet è abbastanza chiara su come sia stata presa la cosa ai piani alti.

813474adc96a8dcdc4d0f9d041e1b7bd-555x249 Randy-01-555x249 Roland-01-555x233 Roland-02-555x282 Roland-03-555x248

Fonte