Cuphead non è più solo battaglie contro boss

“Cuphead” di Studio MDHR, un videogioco di piattaforme cooperativo ispirato ai cartoni animati americani degli anni 30 (soprattutto a quelli di Max Fleischer e alle “Silly Symphony” Disney), ha mostrato il suo gameplay in un nuovo trailer. Annunciato durante la conferenza Microsoft all’E3 2014, “Cuphead” mi ha subito colpito per il suo aspetto visivo e il suo ritmo indiavolato ma, inizialmente, il gioco era stato pensato come una serie di combattimenti contro boss (una “boss rush”). Pare che le intenzioni di Studio MDHR siano cambiate, perché il nuovo trailer mostra una nuova struttura a livelli e sezioni di piattaforme.

Il video, pubblicato da IGN, mostra un intero livello (circa un minuto e mezzo di gioco) molto lineare e senza una costruzione verticale ma zeppo di salti, nemici, ostacoli, proiettili da evitare e potenziamenti da prendere. Ispirato allo stile di “Contra 3” o “Gunstar Heroes”, sembra che “Cuphead” rispetterà anche nel level design la frenesia quasi da bullet-hell che lo ha  caratterizzato  sin dal primo vero trailer che mostrava qualcosa delle sue meccaniche, quello dell’E3 del 2015 (lo potete vedere o rivedere qua sotto) con la sua carrellata di combattimenti contro boss.

“Cuphead” dovrebbe uscire nel 2016 per PC e Xbox One, e se è stato rilasciato un video nuovo ora vuol dire che lo vedremo alla conferenza Microsoft dell’E3. “Cuphead”, che è ormai in sviluppo da ben sei anni, dovrebbe essere il primo episodio di una trilogia. Intanto, uno dei suoi due autori (Tony Coculuzzi) ha iniziato a lavorare a un progetto parallelo, un videogioco di ruolo e d’avventura open world (ma dalla durata limitata di 6-10 ore) intitolato “Winternight” e ispirato dall’inverno canadese.