Dragon’s Dogma Online: Capcom intende portarlo in Occidente

“Dragon’s Dogma Online”, sequel multiplayer di “Dragon’s Dogma”, è uscito dieci mesi fa in Giappone ma non c’è ancora alcun annuncio ufficiale su una sua distribuzione occidentale, che non è stata però esclusa a priori. Capcom ha già registrato il marchio “Dragon’s Dogma Online” negli Stati Uniti e ora ha richesto un’estensione nel tempo della registrazione con l’intenzione di dimostrare che il marchio è effettivamente usato negli Stati Uniti.

Secondo la richiesta, Capcom starebbe attivamente lavorando a “Dragon’s Dogma Online” (anche se la localizzazione potrebbe essere solo in fase di studio). Non è quindi perduta ogni speranza di vedere “Dragon’s Dogma Online” localizzato in inglese e magari disponibile su server occidentali e pure europei, anche se dubito che il gioco esca prima della fine di questo anno fiscale, cioè prima di marzo 2017.

Webtrek ha recensito la versione PC dell’originale “Dragon’s Dogma”, “Dragon’s Dogma: Dark Arisen”, un interessante tentativo di creare in Giappone un videogioco di ruolo d’azione ispirato ai videogiochi di ruolo occidentali, open-world e basato su folclore e mitologia europei. L’esperimento non è purtroppo riuscito molto bene, ma il successo che “Dragon’s Dogma: Dark Arisen” ha avuto in questa versione per PC (è stato in assoluto il gioco Capcom col debutto migliore su Steam) potrebbe incoraggiare Capcom a realizzarne un seguito e a far arrivare qui “Dragon’s Dogma Online”.

[Fonte: Dual Shockers]