E3 2016 – Cosa aspettarsi da Microsoft e Sony

L’E3 2016 di Los Angeles è finalmente alle porte e promette di essere una delle edizioni più interessanti degli ultimi anni: le tre produttrici di console saranno ovviamente presenti alla kermesse losanglina, anche se Nintendo conferma l’atteggiamento molto “soft” utilizzato negli ultimi anni, limitandosi a un semplice showfloor e a qualche dimostrazione relativa soprattutto al nuovo Zelda. Organizzazione tradizionale invece per Microsoft e Sony che, nella giornata di lunedì 13 giugno, terranno le loro conferenze stampa in cui presenteranno le novità previste per i rispettivi mondi Xbox e PlayStation nei prossimi mesi. Sono state tante le indiscrezioni che si sono seguite nelle ultime settimane, ho raccolto quindi quelle che hanno una maggiore probabilità di avverarsi.

E3 2016 – Cosa aspettarsi dalla conferenza Microsoft (lunedì 13 giugno ore 18.30)

xbox one slim scorpio vr

Il difficile compito di Microsoft con Xbox One è recuperare terreno nei confronti di una ormai lanciatissima PlayStation 4. Non è affatto semplice: la disastrosa presentazione, minata da una politica del tutta lontana a quella che si penserebbe per una console videoludica, e il conseguente lancio non hanno aiutato l’avvenire dell’erede di Xbox 360, che soltanto con la gestione inaugurata da Phil Spencer è tornata ad avvicinarsi in maniera decisa al pubblico degli appassionati di videogiochi. E ora c’è indiscutibilmente la necessità di spingere ulteriormente, sfruttando l’onda del grande cambiamento in arrivo per questa industria.

Se ne è parlato spesso e ormai sembra praticamente certo: Microsoft presenterà una nuova console Xbox. È sinceramente improbabile che si tratti già del modello con nome in codice “Scorpio” che, stando alle indiscrezioni, sarà decisamente più potente rispetto la versione attuale e soprattutto nei confronti di PlayStation 4 Neo, da poco ufficializzata a sorpresa da Sony. Il colosso di Redmond non può certo rischiare di giocarsi la stagione natalizia annunciando l’arrivo di una versione della console migliore rispetto quella che è oggi in commercio, e potrebbe limitarsi a svelare una sorta di edizione “slim” per tornare a spingere la vendite e l’interesse verso il marchio. Stando a una fonte, Microsoft potrebbe presentare addirittura una sorta di apparecchio simile a Apple TV, insieme a una revisione estetica del controller, ma si tratta di indiscrezioni che ad oggi non trovano altre conferme. Da valutare se anche Redmond proverà a salire sul carro della Realtà Virtuale in maniera decisa, magari con HoloLens

gears of war 4

 

Fronte giochi, partiamo dalle certezze, ovvero quei titoli già annunciati che probabilmente verranno inevitabilmente mostrati durante la conferenza: Gears of War 4, Halo Wars 2, Crackdown, Scalebound, Sea of Thieves, ReCore e Cuphead. Ma non mancheranno le sorprese: a quanto pare, Microsoft presenterà una nuova esclusiva di terze parti che, stando alle ultime notizie, sarà Dead Rising 4, realizzato ancora una volta in collaborazione con Capcom Vancouver, proseguendo quindi il sodalizio tra la saga e il marchio Xbox. E, a proposito di zombie, sembra ci sarà spazio anche per State of Decay 2, stavolta totalmente online. Certa la presentazione di un nuovo Forza, probabilmente legato al filone Horizon, che dovrebbe essere ancora più vario e diversificato dei suoi predecessori. Anche se qualcuno ha parlato di una sotto-serie completamente inedita, che si avvicini più allo stile di titoli del calibro di The Crew. Staremo a vedere. Inoltre, potrebbe essere arrivato il momento del ritorno di una serie storica Rare: forse Battletoads, forse Conker. Ma maggiori probabilità sembra averle proprio il primo. Infine, altro ritorno storico, un po’ a sorpresa, sarebbe quello di Age of Empires: Halo Wars 2 dimostra l’interesse da parte di Microsoft di spingere il genere degli strategici anche su console. Il lancio di un nuovo esponente della storica serie RTS anche su Xbox One avrebbe tutte le carte in regola per essere una buona mossa in quest’ottica. E Halo 6? Non lo escluderei a priori, anzi, specialmente se l’intenzione è quella di portare la saga anche su PC, iniziando da Halo 5: Guardians.

E3 2016 – Cosa aspettarsi dalla conferenza Sony (martedì 14 giugno ore 04.00)

The Last Guardian.

Passando a Sony: la conferma di PlayStation 4 Neo prima della conferenza ha spiazzato un po’ tutti, specialmente se si considera che la notizia è stata accompagnata dal fatto che la nuova console non verrà mostrata a Los Angeles. Anche qui, ripetendo un po’ il discorso fatto con Xbox One “Scorpio”, c’è una stagione natalizia che non si vuole rischiare di bruciare annunciando l’arrivo di una versione più potente della console attualmente in commercio. Ciò non toglie comunque che il colosso giapponese non possa presentare anch’essa una versione “Slim”: sono passati ormai quasi tre anni dal lancio di PlayStation 4 e i tempi sono maturi per operazioni di questo genere.

Mi aspetto tanto spazio dedicato ai giochi già annunciati in arrivo nei prossimi mesi: Horizon Zero Dawn, Gran Turismo Sport, Gravity Rush 2, Ni-Oh, Detroit: Become Human e soprattutto l’attesissimo The Last Guardian. Poche speranze invece per Shenmue III che, dopo il grande annuncio dello scorso anno, non sarà presente in forma giocabile. Fronte novità: appare ormai certa la presentazione di God of War 4, un capitolo che cambierà totalmente volto per abbracciare le leggende della mitologia norrena. Kratos sarà ancora presente? Le voci sono contrastanti, lo scopriremo sul momento. Molto interessante anche quello che dovrebbe presentare Sony Bend: stando alle informazioni raccolte negli ultimi mesi, si tratterà di un titolo post apocalittico che mischierà survival, zombie, motociclette e metal. Il nome è effettivamente giù tutto un programma: Dead Don’t Ride e promette di essere un prodotto molto fuori le righe. Per il resto non sono molte le notizie su quelle che potrebbero essere le sorprese durante il keynote Sony, ma si è parlato anche di Knack 2, di un videogioco di Spider-Man sviluppato in esclusiva per PlayStation 4 e di un nuovo Siren. Magari ci sarà la possibilità di capire qualcosa sul nuovo gioco di Kojima, mentre in molti, compreso il sottoscritto, sognano The Last of Us 2

PlayStation VR

È chiaro comunque che gran parte della conferenza verrà dedicata a PlayStation VR, il visore per la realtà virtuale che debutterà sul mercato entro fine anno. Sony punta parecchio su questo accessorio, quindi mi aspetto che una buona mezz’ora, se non anche di più, della presentazione verrà dedicata proprio a PS VR e ai giochi sviluppati appositamente per sfruttarne le caratteristiche. È una delle ultime grandi occasioni, prima del lancio, che ha il colosso giapponese di convincere i tanti scettici su questa tecnologia.

E3 2016 – Cosa aspettarsi da Microsoft e Sony: Commento Finale

Insomma, le nostre aspettative sull’E3 2016 sono un mix fra tradizione (massiccia presenza di giochi già annunciati e inediti) e importanti novità per il futuro dell’industria. Molto probabilmente non è qui che vedremo le nuove versioni più potenti delle console già in commercio, ma è lecito attendersi il debutto di relativi modelli Slim e soprattutto grande attenzione verso la Realtà Virtuale, che sembra essere diventato il nuovo campo di battaglia in cui si sfideranno nelle prossime settimane le major dei videogiochi. Quel che conta è che è finalmente tempo di E3 e, come ogni anno, ci sarà da divertirsi. Noi di WebTrek.it cercheremo di darvi la copertura migliore possibile per essere aggiornati su tutte le più importanti novità in arrivo da Los Angeles.