Game Happens! 2016 a Genova il 24 e 25 giugno

Venerdì 24 giugno e sabato 25 giugno Webtrek sarà a “Game Happens!” (qua il sito ufficiale), terza edizione del festival del game design e della Realtà Virtuale, a Genova. Il festival si svolge a Villa Bombrini, vicino alla stazione ferroviaria di Genova Sampierdarena, e ospiterà importanti sviluppatori stranieri e italiani, critici e appassionati, per due giorni di seminari, showcase e workshop professionali.

Game Happens! 2016: Seminari

Tra gli ospiti che terranno i seminari del Game Happens! (trovate qui il ricco programma completo) ci saranno Eric Zimmerman, fondatore del Game Center alla New York University e i Tale of Tales, coppia belga attualmente al lavoro su Cathedral in the Clouds e fondamentale nella storia del videogioco per le sue opere “The Graveyard” e “The Path” (trovate i Tale of Tales anche nella “Triennale Game Collection” della Triennale di Milano). E poi ci saranno Mata Haggis (NHTV University di Breda) che parlerà di narrazione non verbale e Niki Smit (Monobanda PLAY) che esplorerà il concetto più profondo del termine “gioco”.

E poi al Game Happens! ci saranno Karen Teixeira, sviluppatrice brasiliana, Kenji Schaer, sviluppatore per Miniclip Italy, Manuela Pignatelli, che parlerà del mercato cinese, Paolo Branca, che discuterà dei videogiochi fuori dal loro abituale contesto (in musei, festival, eventi musicali…), Mauro Vanetti, autore di “Two Interviewees”, Ariela Maggi, che giocherà con gli stereotipi di genere insieme al suo pubblico, Daniele Benegiamo, We Are Müesli, fondamentale duo italiano, Matteo Bittanti e Pietro Righi Riva (che presenteranno un nuovo master universitario dedicato al game design), mentre Sara Sabatino e Marcello Morchio spiegheranno come presentare un progetto. Il Game Happens! si chiuderà con una due tavole rotonde: “Che fine ha fatto la critica videoludica?” con Andrea Dresseno, Maddalena Grattarola, Mata Haggis e Francesco Toniolo e“The 360 Degrees Table on Virtual Reality” con Elisa di Lorenzo, Mauro Fanelli, Carola Frediani e Gorm Lai.

Game Happens! 2016: Showcase

Mentre l’ingresso allo showcase, dove sono disponibili più di trenta giochi indipendenti da tutta Europa insieme (quando possibile) ai loro autori, è gratuito, per seguire seminari e tavole rotonde è necessario l’acquisto del biglietto del Game Happens!. I giochi presenti allo showcase sono “Rail Rush”, “Basketball Stars”, “Thunderbirds Are Go: Team Rush” e “Beast Quest” di Miniclip, “Mixed Reality Demos” di ETT SpA, “Fugl” di Team Fugl, “Dinosystem” di CapriByte, “Gridd: Retroenhanced” di AntabStudio, “Enigmbox” di Benoît Freslon, “Diktat” di Dreamlord Press, “Planetoid Pioneers” di Data Realms, “Two Interviewees” di Mauro Vanetti, “Incredibile Water” (“Iwater”) di Yarki Studios, “Bulb Boy” di Bulbware, “Minus” di Neotenia, “Ecotone” di Sundae Factory, “In Her Spirit” e “You Can’t Go Back” di Maggese, “Discrimination” di Eleonora Alberello e Luca Carnevale, “Reigns” di Nerial, “Optikammer” di Optikammer, “Wheels of Aurelia” di Santa Ragione, “A Normal Lost Phone” di Accidental Queens, “Lyla & The Shadows of War” di Lyla Team, “Burly Men at Sea” di Brain&Brain, “Downhill* Chapter One” di Miguel Angel Alvarez, “Toti Submarine VR Experience” di Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, “You Must Be 18 or Older to Enter” di James Earl Cox III, “1,000 Heads Among the Trees” di Aaron Oldenburg, “Anamorphine” di Artifact 5, “Lieve Oma” di Florian Veltman, “Gangpad” di Big Bang Pixel, “Ultralight Beam” di Tom Sennett, “Ribe – Tales of Tuatha” di Dapaches, “Ancora qui” di Friggimedia, “Saiko Reberu (Altissimi livelli)” di Level Up Squad, “Big Bad Blob” di Team 404, “Wasted” di Wasteam (ENJMIN), “Bet for Europe” di Learning Design Company Turkey.

Game Happens! 2016: Workshop

Per partecipare a uno degli workshop professionali (che durano otto ore, per l’intera giornata di sabato) è invece necessario un ulteriore e diverso biglietto, che ha costi differenti in base allo workshop scelto. Gli workshop di sabato sono “Let’s Get (Un)Real: Build Your Own Game Prototype with Unreal Engine” con Daniele Benegiamo, sull’uso dell’Unreal Engine, “Artscapes: Learn Environmental Concept Art” con Daniele Montella, sulla concept art applicata agli ambienti e “Sensitive Games: Use Sensors to Control Video Games” con Ruggero Castagnola sull’uso dei sensori e la loro applicazione al videogioco (e il costo dell’workshop comprende anche un kit Arduino che verrà usato durante il corso e poi lasciato ai partecipanti).

Game Happens! 2016: Concerto gratuito di chiptune

Come extra, la sera di venerdì 24 giugno, al Teatro Altrove, Game Happens! ospita un concerto gratuito di chiptune, cioè musica elettronica ispirata al sonoro delle prime console casalinghe e portatili 8 bit e composta sfruttando vecchi Game Boy, con Kenobit, artista italiano di fama internazionale, e Chipzel, musicista, performer e compositrice di colonne sonore per videogiochi.