Gears of War 4 girerà meglio sulla nuova Xbox One S [AGGIORNATO]

A quanto pare, l’Xbox One S (Xbox One Slim) annunciata da Microsoft durante l’E3 non è semplicemente una Xbox One più piccola, ma ha anche una potenza leggermente superiore. Lo ha scoperto Polygon parlando con Rod Fergusson di The Coalition, che ha spiegato che il loro “Gears of War 4” riuscirà a sfruttare questa potenza aggiuntiva sulla Xbox One S mostrando una qualità grafica superiore se giocato sul nuovo modello di console Microsoft.

Xbox One S ha migliore CPU e GPU, cioè più potenza di calcolo e più capacità grafica e sarà capace di supportare televisori con risoluzione 4K (ma solo tramite upscaling, a differenza di Project Scorpio) e tecnologia high dynamic color range. Queste nuove capacità permetteranno un framerate e una risoluzione più costanti, andando a risolvere alcuni dei problemi in cui è incappata l’attuale Xbox One, e in “Gears of War 4” si rifletteranno anche in un maggiore dettaglio di superfici metalliche. “Gears of War 4” ha una risoluzione dinamica, che cambia per garantire 30 fps o 60 fps costani (a seconda che si giochi in single player o multiplayer), ma su Xbox One S si avvertiranno quindi meno cambi di risoluzione.

Nell’intervista, Fergusson di The Coalition ha anche accennato ai progetti dello studio per quanto riguarda “Project Scorpio“, che uscirà durante le vacanze natalizie del 2017. Attualmente, non è sicuro che “Gears of War 4” arriverà sulla nuova console Microsoft con una risoluzione 4K nativa, e dipenderà da come il motore del gioco si comporterà e se riuscirà a garantire i 30 fps o 60 fps necessari per giocare.

[AGGIORNAMENTO Phil Spencer non nega ma minimizza l’impatto delle migliorie sulle prestazioni di Xbox One S] Durante un’intervista a Eurogamer, Phil Spencer, capo della divisone Xbox di Microsoft, commenta gli effetti dell’aumento di prestazioni dell’Xbox One S. Non li nega, ma sottolinea che non è questo l’obiettivo della console, che anzi è fatta per far girare i giochi dell’Xbox One come una Xbox One, e spiega che non vale la pena comprarla solo per avere un aumento delle prestazioni. “Poi [mentre progettavamo Xbox One S] abbiamo dato uno sguardo a dove eravamo, e ci siamo detti che c’erano le possibilità per fare qualcosa in più. Aggiornando la tecnologia HDMI siamo stati capaci di supportare lo streaming video a 4K. Così ci siamo detti che se avevamo lo streaming video 4K potevamo anche mettere un lettore Blu-ray capace di leggere dischi a 4K. così che i giocatori potessero guardarsi un video a 4K. […] Ma dal punto di vista di come è pensata, l’Xbox One S è pensata per far girare i giochi dell’Xbox One esattamente come una Xbox One attuale.

[…] L’unica vera caratteristica diversa è l’HDR. Quindi, con una migliorata capacità per quanto riguarda l’HDMI, è capace di supportare l’High Dynamic Range. Ma vi dirò… è una domanda che mi è stata posta e non sto cercando di evitarla… dovreste aspettarvi di vedere i vostri giochi girare nello stesso modo in cui girano su una Xbox One. Non abbiamo pensato l’Xbox One S per far girare i giochi in modo migliore rispetto alla Xbox One originale. […] onestamente, non comprate questa console se pensate di starla comprando per giocare meglio i vostri giochi Xbox One, perché non la abbiamo pensata così.” Insomma, nel passaggio tra Xbox One e Xbox One S ci sono state migliorie, giochi come “Gears of War 4” ne approfitteranno, ma non sarà un salto tale da motivare un nuovo acquisto.