Mass Effect Andromeda: che effetto avranno i finali di Mass Effect 3?

Durante EA Play, l’evento di Electronic Arts parallelo (ma esterno) all’E3 di Los Angeles, abbiamo visto un nuovo trailer di “Mass Effect: Andromeda”, ancora senza gameplay nonostante il gioco sia in sviluppo dal 2012. Cosa che mi lascia pensare che lo sviluppo del gioco non stia andando molto bene. Non sappiamo esattamente quale sarà la sua ambientazione e non sappiamo esattamente quali saranno i suoi personaggi, ma grazie a Eurogamer conosciamo almeno che impatto avranno in “Mass Effect: Andromeda” le scelte fatte nella trilogia di “Mass Effect” e il finale di “Mass Effect 3”. E la risposta è: nessuno.

Pare che BioWare abbia infatti deciso di dimenticarsi dei controversi finali di “Mass Effect 3” e di andare avanti con una nuova storia che ricominci da zero. Lo affermanono Aaron Flynn, capo di BioWare, e Mac Walters, scrittore per la serie di “Mass Effect”. “Vogliamo che sia una nuova storia e sarebbe molto difficile dire che è una nuova storia ma che devi anche capire come è finita [la storia precedente].” Anche se il gioco sarà ambientato nello stesso universo dei precedenti “Mass Effect”, “Mass Effect: Andromeda” si svolgerebbe tanto lontano dai luoghi della trilogia originale (la Via Lattea) che, semplicemente, le scelte fatte lì non hanno conseguenze nei suoi mondi. Sarà però possibile incontrere specie aliene conosciute, e chi ha giocato alla trilogia originale non deve aspettarsi di essere completamente smarrito di fronte alla galassia di “Mass Effect: Andromeda” e al suo gameplay.

BioWare conferma inoltre che lo sviluppo di “Mass Effect: Andromeda” sta andando come previsto, ma che all’E3 Electronic Arts si è concentrata su “Titanfall 2” e “Battlefield 1” e serba le novità sul loro nuovo videogioco fantascientifico per il 7 novembre (7N), il “Mass Effect Day”, durante il quale forse vedremo almeno un po’ di gameplay del gioco. Sinceramente, mi aspetto ulteriori ritardi.