News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

Mighty No. 9 si rivela un flop, ma è “meglio di niente” secondo Inafune

“Mighty No. 9” di Keiji Inafune, realizzato da Comcept e Inti Creates ed erede ispirituale della serie di “Mega Man”, è finalmente uscito, dopo innumerevoli ritardi e rinvii. Purtroppo, il risultato finale non è stato quello sperato. Attualmente, il gioco ha una media su Metacritic, uno dei principali aggregatori di recensioni, di soli 57 punti su 100 (un paio di siti italiani, tipicamente di manica larga, alza un po’ la media) con voti ancora più bassi quando si guardano le recensioni degli utenti, soliti a punire con una certa aggressività i videogiochi deludenti.

“Mighty No. 9” è stato biasimato per il suo aspetto visivo, piatto, privo di luci, ombre, illuminazione ambientale e peggiore persino della primissima demo mostrata da Inafune quattro anni fa e all’epoca definita “primitiva” rispetto al gioco completo. Ma non mancano critiche al gameplay e al level design, a volte spudoratamente copiati da “Mega Man X” di Inafune stesso, e a un sorprendente numero di problemi e bug su tutte le molte (troppe?) piattaforme su cui il gioco è uscito.

Su PC i giocatori hanno ricevuto un DLC sbagliato e hanno avuto problemi di download, mentre alcuni partecipanti alla originale campagna Kickstarter del gioco (3,8 milioni di dollari nel 2013) hanno ricevuto un codice Steam pur avendo specificato originariamente altre piattaforme. Le versioni per Xbox One e PlayStation 4 di “Mighty No. 9” hanno problemi di prestazioni, la versione Wii U ha problemi con i tempi di caricamento, di lag e di framerate, mentre a molti giocatori non funzionano i codici PlayStation Network sia per PlayStation 3 sia per PlayStation 4. La versione Xbox 360 è stata rimandata all’improvviso, le versioni Mac e Linux sono ancora in fase di prova e le versioni per Nintendo 3DS e PlayStation Vita (come però già annunciato) arriveranno in un momento futuro non ben definito. Ah, pare esista pure una versione per NVIDIA Shield. Non so come sia venuta in mente.

Comunque, per celebrare questo disastro, Comcept ha trasmesso uno streaming con Inafune stesso che, di fronte al flop della sua creatura, ha ammesso che le cose non sono andate come previsto. “La verità è che hanno messo in questo gioco tutto quello che hanno potuto. Non hanno provato a creare sistemi di microtransazioni, non hanno provato a tirarci fuori DLC per fare denaro extra. Ci hanno messo tutto. Quindi, per ora, questo è quello che vedete e quello che avete, per quanto riguarda Mighty No. 9. Ma, ripeto, possiamo sperare che se le cose vanno bene ci siano seguiti. Perché… ve lo dico… non ne ho ancora abbastanza di videogiochi a scorrimento orizzontale. E alla fine dei giochi, anche se non è perfetto, è meglio di niente“. Inafune ha abbandonato il lavoro su “Mighty No. 9” quando il gioco era pronto circa al 70% per dedicarsi ad altri giochi, tra cui “ReCore”, e non ha partecipato al port sulle varie piattaforme.

[AGGIORNAMENTO] Dopo aver preso in giro il trailer di “Mighty No. 9” creato da DeepSilver, da noi smontato in questo articolo e caratterizzato da frasi come “fai piangere i cattivi come dei fan di cartoni animati giapponesi durante la notte del ballo di fine anno scolastico”, l’account Twitter ufficiale di Sonic infierisce anche sul lancio del gioco.