News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

The Legend of Zelda avrà sempre Link come protagonista

Dalla comparsa di alcuni artwork del personaggio di Linkle per “Hyrule Warriors” si è cominciato di nuovo a discutere della possibilità di far scegliere all’inizio dei “The Legend of Zelda” il sesso di Link. Per quanto spetti naturalmente a Nintendo decidere una cosa del genere, l’idea ha senso, in quanto Link è un personaggio alla fine neutro, senza caratterizzazione e un po’ androgino e all’interno della mitologia dei “The Legend of Zelda” niente vieta che l’Eroe del Tempo sia, per una volta, una ragazza.

Emily Rogers aveva diffuso la voce che Nintendo intendesse inserire questa possibilità in “The Legend of Zelda: Breath of the Wild” per Nintendo NX e Wii U. La notizia si è rivelata sbagliata (capita anche a una fonte attenta e credibile come Rogers). Nintendo ha infatti valutato la possibilità di far giocare i personaggi con il personaggio femminile principale della serie, Zelda, senza apparentemente considerare l’opzione di avere una Link femmina (una Linkle). In una intervista a Gamekult, Miyamoto torna a parlare di questa decisione, ripetendo anche che sarà possibile vedere una protagonista femminile in uno spin-off dedicato a Sheik.

“Abbiamo già chiaramente parlato con la squadra di realizzare un gioco incentrato sul personaggio di Sheik, quindi non posso dire che sarà impossibile vedere cose del genere [un videogioco che abbia Zelda come protagonista] ma nei giochi classici della serie Link sarà sempre il protagonista e questo non cambierà. Per il resto, dovete avere pazienza e vedere cosa succede!” Di nuovo, Nintendo sembra ignorare la possibilità di avere come protagonista Link, ma femmina. Mi sfugge il motivo.