The Legend of Zelda: Nintendo pensa a uno spin-off con Sheik

In “The Legend of Zelda: Breath of the Wild” per Wii U e Nintendo NX non potremo giocare una versione femminile di Link. Aonuma ne ha discusso con la sua squadra, ma alla fine, differentemente da quanto aveva annunciato Emily Rogers, la possibilità non si è concretizzata nel gioco completo e le motivazioni che sono state date non erano particolarmente convincenti. In sintesi, Aonuma ha detto che per inserire una protagonista femminile avrebbero dovuto metterci Zelda (perché non Linkle, una versione femminile di Link?) e che questo avrebbe reso inutile Link, che non avrebbe avuto niente da fare, e avrebbe creato uno sbilanciamento nella Trifoza. Vabbè. Per consolarci, pare che Nintendo stia però pensando a uno spin-off dedicato proprio a Sheik.

Ne ha parlato Shigeru Miyamoto durante un’intervista a GameRant. “Pure all’interno della squadra di sviluppo [di The Legend of Zelda: Breath of the Wild] ci sono state discussioni sul fatto che sarebbe stato figo avere un gioco con Sheik come protagonista. Questo vorrebbe dire forse uno spin-off di Zelda con Sheik come protagonista, per esempio, e non penso che sia una cosa impossibile.” È per ora solo un’idea che è stata discussa, ma siccome Sheik è in realtà Zelda, questo diventerebbe il primo “The Legend of Zelda” (seppur spoin-off) con una protagonista femminile.

Sheik è per ora stato (userò il maschile perché effettivamente è un travestimento maschile) presente solo in “The Legend of Zelda: Ocarina of Time”, dove la principessa Zelda, quando ormai Hyrule era in mano a Ganondorf, si nascondeva fingendosi un ninja dell’estinta tribù degli Sheikah e aiutava in questo ruolo Link a recuperare il potere dei Saggi. Non voglio farla troppo lunga, ma davvero non è possibile avere una protagonista femminile se non quando si traveste da maschio?