Dopo Assassin’s Creed Baronnet porterà al cinema altri videogiochi

Jean-Julien Baronnet, che aveva la posizione di CEO a Ubisoft Motion Pictures (lo studio cinematografico di Ubisoft) e ha lavorato al film di “Assassin’s Creed”, dà vita a un nuovo e ambizioso progetto. Il suo nuovo studio indipendente, Marla Studios, sarà specializzato nel collaborazione con l’industria videoludica per creare adattamenti cinematografici di qualità di importanti marchi del mondo del videogioco. Cosa che, a quanto pare, non era possibile fare a Ubisoft Motion Pictures.

La notizia proviene da un’intervista esclusiva pubblicata da Variety, in cui Baronnet spiega che finora i film tratti da videogiochi han fallito perché tentano di seguire la trama delle opere originali, mentre gli studio dovrebbero “riconoscere il bisogno che le storie degli adattamenti da videogiochi abbiano una qualche universalità”, cioè la capacità di raggiungere un pubblico più ampio. Marla Studios lavorerà a stretto contatto con gli autori originali del videogioco, gestendo i rapporti tra essi e gli studio di Hollywood e Baronnet starebbe trattando con diverse compagnie, di cui però non dà ancora il nome.

Ubisoft Motion Pictures sta attualmente lavorando a film tratti da diversi marchi Ubisoft, tra cui “Watch Dogs”, “Tom Clancy’s The Division” “Tom Clancy’s Splinter Cell” (che avrà un film con Tom Hardy). Il film di “Assassin’s Creed”, con Michael Fassvender, arriverà nelle sale cinematografiche italiane il 5 gennaio 2017 (mentre in America sarà distribuito già il 21 dicembre 2016). Come Ubisoft ha dichiarato, il film di “Assassin’s Creed” non è pensato per diventare un grande successo commerciale e una fonte di utili per l’azienda, ma come materiale per promuovere la serie di videogiochi a un nuovo pubblico.