News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

Microsoft fa marcia indietro su Play Anywhere

Microsoft è di recente molto indecisa su come comportarsi con l’Universal Windows Platform, la piattaforma che unisce le macchine della famiglia Xbox One (Xbox One normale, Xbox One S e il futuro Project Scorpio) e i PC con Windows 10, con Xbox One Scorpio/Project Scorpio e con Play Anywhere, il suo servizio che permetterà di comprare la versione digitale di un gioco e poi giocarlo sia su Xbox One sia su Windows 10 senza costi aggiuntivi. Per esempio, Phil Spencer (capo della divisione Xbox di Microsoft) ha dichiarato che Xbox One Scorpio sarà inutile per chi non possiede un televisore 4K ma ha poi anche detto che gli sviluppatori potranno sfruttarne la potenza in modi diversi dall’aumento di risoluzione e che quindi non tutti i suoi giochi saranno in 4K e che servirà anche ad avere una migliore esperienza con la Realtà Virtuale.

Su Xbox Play Anywhere le idee non sembrano più chiare: in un post in cui viene presentato il nuovo aggiornamento estivo di Windows 10, che insieme all’aggiornamento estivo di Xbox One permetterà a Play Anywhere di funzionare, Microsoft dichiarava che tutti i giochi prodotti in futuro da Microsoft Game Studios sarebbero usciti sia su Xbox One sia su Windows 10. Questa notizia, sommata alle precedenti dichiarazioni di Microsoft, che si diceva non interessata a continuare a fare accordi per esclusive con terze parti volendo concentrarsi su quelle create dai suoi studi, avrebbe voluto dire la scomparsa di qualsiasi esclusiva (o quasi) per Xbox One.

Ora, Microsoft torna indietro, modificando lo stesso post che avevo precedentemente citato. Sì, correggere un post senza dirlo a nessuno è un modo ridicolo di correggere una notizia che ha fatto il giro del mondo. Fortunatamente se ne è accorto un canale YouTube, The Red Dragon: la frase del post ora appare come “ogni nuovo titolo pubblicato da Microsoft Studios e mostrato sul palco dell’E3 questo anno [il grassetto è mio] supporterà Xbox Play Anywhere”, contro l’originale “ogni titolo pubblicato da Microsoft Studios supporterà Xbox Play Anywhere”.

via