News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

Pokémon GO disponibile in Italia

Stamani Niantic ha annunciato il lancio di “Pokémon GO” in vari Stati europei, tra cui finalmente l’Italia! Il gioco è disponibile sia per Android, e lo trovate in questa pagina di Google Play, sia per iOS, in questa pagina dell’App Store di Apple. “Pokémon GO” di Niantic, Nintendo e The Pokémon Company è una app gratuita, ma al suo interno è possibile acquistare cose come oggetti aggiuntivi o nuovo spazio nell’inventario con microtransazioni da €0,99 a €99,99 (non proprio micro).

“Pokémon GO” è un videogioco in Realtà Aumentata, cioè che sovrappone al mondo reale personaggi e luoghi digitali unendo l’esplorazione della realtà a quella del videogioco. Con “Pokémon GO” i Pokémon, mostriciattoli catturabili e collezionabili che stanno al centro della serie di videogiochi di ruolo “Pokémon”, vivono nelle strade e nei boschi della Terra e possono essere incontrati e catturati durante le nostre passeggiate quotidiane. “Pokémon GO” contiene le mappe di Google Maps e segue gli spostamenti del giocatore tramite GPS, informandolo quando si trova vicino a un Pokémon selvatico che, a quel punto, va inquadrato tramite la fotocamera del cellulare e imprigionato in una Poké Ball, una sfera che, lanciata con precisione sulla creatura, la cattura e la rende alleata.

I Pokémon catturati possono essere usati per sfidare in battaglia i Pokémon degli altri giocatori nelle Palestre, poste in importanti luoghi delle nostre città (piazze principali, monumenti storici, Chiese). Le Palestre vengono occupate dai Pokémon di una delle tre squadre in cui i giocatori di “Pokémon GO” si dividono scegliendo tra Valore, Saggezza e Istinto e i giocatori delle squadre avversarie devono attaccarle combattendo con i loro Pokémon contro i Pokémon lasciati a difesa. Il combattimento è una versione estremamente semplificata di quello dei “Pokémon” originali: con un tocco si effettua un attacco base e si carica una barra che rende disponibile un secondo attacco (eseguibile tenendo premuto il dito sullo schermo) e strusciando orizzontalmente il dito si può ordinare al Pokémon usato di schivare un attacco nemico.

Oltre alle Palestre nel mondo di “Pokémon GO”, sovrapposto appunto al nostro, ci sono altri luoghi: i PokéStop. I PokéStop sono in quantità superiore alle palestre e si trovano in luoghi importanti ma secondari delle città (piazzette, madonnine…) e fungono da riserve gratuite di oggetti, come le Poké Ball necessarie per catturare i Pokémon. Anche se per scaricare “Pokémon GO” su Android basta, secondo quanto dichiarato da Niantic, avere uno smartphone Android con sistema operativo successivo al 4.4 vedo che il mio Samsung Galaxy S3 Neo (versione di Android 4.4.2) viene tuttora considerato come non compatibile, probabilmente a causa del suoi 1,5 GB di RAM (pare che la app ne richieda almeno 2). Se siete anche voi in una situazione simile ricordatevi che potete scaricare manualmente l’apk, il file di installazione, dal link (sicuro e verificato da APKMirror) che trovate in questo mio articolo.