Pokémon GO ora anche per processori Intel: ecco l’apk

Al momento dell’uscita di “Pokémon GO” di Niantic, Nintendo e The Pokémon Company il gioco era incompatibile con gli smartphone che montano processori Intel, come il diffusissimo Zenfone 2 di Asus (anche se ho visto il gioco funzionare su almeno un cellulare Intel, senza motivo apparente). Con il nuovo aggiornamento di “Pokémon GO”, di cui è disponibile l’apk, questo problema sembra finalmente risolto. Certo, restano i server sovraccarichi e l’incredibile consumo di batterie, ma almeno questo problema è risolto.

Mentre su Android il gioco arriva anche su processori Intel, su iOS il nuovo aggiornamento limita l’accesso di “Pokémon GO” alle informazioni dell’account Google dei giocatori. In precedenza su IOS, per errore, l’accesso del gioco all’account era assolutamente completo. “Pokémon GO” non è ancora ufficialmente disponibile in Italia, ma è uscito giusto stamani in Germania sia su Android sia su iOS e potrebbe essere davvero vicino il lancio ufficiale italiano.

Se non riuscite ad aspettare, potete recuperare l’apk (il file di installazione) da questo sito. Come al solito, considerate che non posso garantirvi il funzionamento o anche la sicurezza di questo file di installazione, non provenendo direttamente dal Google Store ufficiale, ma APKMirror ne ha verificato e certificato la qualità. Se iniziate ora a giocare, ricordatevi che è possibile avere Pikachu come starter (invece che Bulbasaur, Squirtle o Charmander) seguendo le indicazioni di questa guida.