ReCore avrà un prezzo budget. Perché?

“ReCore”, il videogioco diretto da Keiji Inafune (reduce dal fallimento di “Mighty No.9”) per Xbox One e Windows 10, sarà venduto a $40 contro i normali $60 delle grandi produzioni AAA. Durante un TXR Podcast che trovate in fondo all’articolo Aaron Greenberg, responsabile marketing di Xbox, ha spiegato la scelta di vendere “ReCore” a quello che è definito “un prezzo budget” nonostante ci sia sopra il nome di uno sviluppatore stimato… o almeno, un tempo stimato… come Keiji Inafune, creatore della serie “Mega Man”.

Secondo Greenberg, il prezzo ridotto è derivante dal fatto che “ReCore” sia una nuova serie, un nuovo marchio. “ReCore” uscirà inoltre a settembre (il 16), in un periodo in cui non ci sono molti grandi videogiochi in uscita, a parte quelli sportivi, e questo dovrebbe incoraggiare ulteriormente i videogiocatori a dare una possibilità a questo sparatutto in terza persona profondamente influenzato dalle meccaniche di “Mega Man” stesso. “Volevamo che non ci fossero barriere – ha detto Greenberg – Volevamo darvi un grande titolo tripla A con un valore di $60 ma non costringervi a sacrificare l’acquisto di un altro gioco per lui, se non siete sicuri se prenderlo. Per questo è prezzato a $40. Speriamo che questo aumenti le sue possibilità di aver successo come nuova IP.”

“Con nuove IP come questa è importante il tempo del lancio. È per questo che ci vedete lanciarlo come nostro primo titolo della stagione, così presto. Secondariamente, è perché non ha già una base di fan. Dobbiamo costruire la comunità, guadagnare la loro fiducia e guadagnare i loro soldi.” Sinceramente, capisco la necessità di motivare in modo creativo il prezzo di “ReCore”, e magari è vero che le recenti nuove IP su Xbox One non hanno venduto quanto sperato e Microsoft punta allora a migliorarne le vendite con un prezzo ridotto. Ma credo che il motivo dietro i suoi soli €40 di costo sia molto più semplice: è un gioco fatto con un budget ridotto.