Ubisoft: il film di Assassin’s Creed non farà molti soldi

Ubisoft non pensa che il film di “Assassin’s Creed” sia destinato a guadagnare molto denaro e, comunque. non è questo il suo obiettivo. Alain Corre, capo di Ubisoft in Europa, dice che invece l’obiettivo del film, in uscita in Italia a inizio 2017, è far conoscere il marchio “Assassin’s Creed” a più persone possibili, nella speranza che i futuri giochi della serie arrivino a un pubblico più ampio rispetto al passato. Insomma, il film resta assolutamente secondario rispetto ai videogiochi, e anzi esiste in loro funzione all’interno della strategia di Ubisoft.

“Non faremo molti soldi dal film – ha detto Alain Corre a MCV – è principalmente una faccenda legata al marketing ed è qualcosa di positivo per l’immagine generale del marchio. Anche se ci tireremo fuori un po’ di denaro non è questo lo scopo del film. Lo scopo è far conoscere Assassin’s Creed a più persone. Abbiamo uno zoccolo duro di fan, ma quello che vorremmo fare con questo film è mettere un sacco di persone in più di fronte alla serie… persone che, forse, in futuro decideranno allora di comprare i giochi di Assassin’s Creed.”

Ubisoft sta intanto lavorando con la sua nuova divisione cinematografica per portare nelle sale le serie di “Watch Dogs”, “Tom Clancy’s The Division” e “Tom Clancy’s Splinter Cell”. Se il ragionamento di Alain Corre vale anche per questi futuri film dobbiamo quindi aspettarci nuovi titoli anche di “Tom Clancy’s Splinter Cell” (l’ultimo è stato “Tom Clancy’s Splinter Cell: Blacklist” nel 2013) e un lungo futuro per “Tom Clancy’s The Division”.

lascia un commento