HTC, un Q2 2016 da brivido: conti sempre più in rosso

Ancora una volta HTC pubblica dei risultati finanziari che non promettono nulla di buono. Dopo i deludenti dati di vendita che erano stati annunciati a maggio e dopo aver toccato la soglia dei ricavi più bassi degli ultimi 11 anni, gli ultimi risultati snocciolati da HTC confermano quello che è un trend sempre più al ribasso: anche il Q2 2016 si è rivelato un periodo estremamente negativo per il colosso di Taipei.

Nel secondo trimestre dell’anno, infatti, i ricavi di vendita hanno registrato un crollo del 44% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, portando le perdite a quota 133 milioni di dollari e le entrate a 598 milioni di dollari (nel 2015 le entrate erano praticamente il doppio: 1.07 miliardi).

Insomma, le entrate si dimezzano e le perdite aumentano vertiginosamente. E tutto ciò è accaduto, accade e probabilmente continuerà ad accadere nonostante il lancio di HTC 10, ossia del top di gamma che si pensava potesse aiutare l’azienda a risorgere dalle sue stesse ceneri. Ma un marketing tutto sommato inesistente e un prezzo di vendita allucinante non hanno permesso ad HTC 10 di fare la sua parte e di esprimere il suo potenziale.

Nonostante tutto ciò, però, Cher Wang, CEO di HTC, si è detta fiduciosa in merito al fatto che l’azienda ce la farà a risalire la china e che lo riuscirà a fare prima di tutto per merito di un ritrovato spirito di fiducia. La fiducia c’è, ma i risultati mica tanto.

via