Pokémon GO: storia di un Articuno in Ohio

Due giorni fa il mondo di “Pokémon GO” è stato sorpreso dall’apparizione di un Articuno in Ohio. In Ohio. Sinceramente, non so come qualcuno abbia anche solo potuto sospettare che il Pokémon fosse stato legittimamente trovato in un posto simile, praticamente nel Molise degli Stati Uniti d’America. Come vedete in questo video, Articuno è apparso a difesa di una delle Palestre.

Attualmente, Articuno è uno dei pochi Pokémon che, pur essendo presenti nei dati di “Pokémon GO”, non risultano essere catturabili (Articuno, Zapdos, Moltres, Mewtwo e Mew, a cui si aggiunge Ditto che non è stato ancora trovato). Gli Allenatori di “Pokémon GO” hanno per ora considerato che questi Pokémon, o almeno quelli Leggendari e Mitici (escludendo quindi Ditto), siano limitati a particolari eventi di Niantic, e la comparsa di un Articuno non era quindi prevista.

L’Allenatrice che possiede l’Articuno (Kait Covey) ha sostenuto di averlo ottenuto da Niantic come scusa per un problema incontrato in “Pokémon GO”, e ha anche mostrato il Pokémon in un livestream su Twitch insieme a un amico per cercare di convincere gli altri giocatori della veridicità delle sue affermazioni. Sembra davvero possedere un Articuno, ma la mail con cui Niantic le avrebbe mandato il Pokémon è davvero poco convincente e contiene anche un errore (“Articundo”).

In realtà l’uccello Leggendario è stato probabilmente catturato tramite un bug o un hack del gioco. Un bug presente dall’ultima versione di “Pokémon GO”, per esempio, trasforma un Pokémon appena catturato in un Pokémon casuale, e potrebbe aver inavvertitamente dato a giocatori anche Pokémon Leggendari.

Inoltre, è facile hackerare l’aspetto dei Pokémon (non quindi le loro statistiche o il Pokédex) facendoli apparire come Pokémon differenti, anche Leggendari, sfruttando programmi esterni, pratica già molto sfruttata per creare bufale su internet. Propendo però per la prima ipotesi (la trasformazione a causa del bug), in quanto dallo streaming l’Articuno sembra effettivamente reale e Niantic è infine intervenuta in questo e, a quanto pare, in altri casi per rimuovere i Pokémon Leggendari dagli account in cui erano finiti.

“Abbiamo di recente notato che alcuni Pokémon Leggendari erano presenti in account a cui non erano destinati. Per preservare l’integrità del gioco a per correttezza abbiamo risolto la situazione e revocato i Pokémon Leggendari dagli account dei giocatori” ha dichiarato lo studio in un comunicato a IGN. Insomma, c’è stata forse una fuga di veri Pokémon Leggendari, ma è stato un errore già risolto.

[Fonte: Eurogamer]