Microsoft: i Surface fanno il botto, ma si prevede un nuovo calo

Nell’ultimo trimestre finanziario, la divisione Surface di Microsoft ha registrato dei gran bei risultati: i ricavi interni a questa divisione sono passati da 672 a 926 milioni di dollari, trovando la soddisfazione e in un certo senso anche un po’ di piacevole sconcerto negli stessi ambienti interni all’azienda. Quello che è stato un ottimo trimestre, però, potrebbe anche essere l’ultimo che è andato così bene: le previsioni per il trimestre che verrà parlano infatti di una contrazione.

A dichiararlo è Amy Hood, Chief Financial Officer di Microsoft. Secondo Hood bisognerebbe tener conto del fatto che i device dell’attuale generazione, vale a dire i Surface Pro 4 e i Surface Book, hanno raggiunto ormai i 12 mesi di esistenza sul mercato (in particolare, l’anno di permanenza sul mercato lo raggiungeranno il 24 ottobre).

Per questo motivo il CFO di Microsoft è convinto del fatto che i Surface non potranno continuare ad essere venduti e a registrare ricavi di quel genere anche nei mesi a venire. E tutto ciò non accadrà per un difetto di produzione del prodotto stesso, quanto invece per ragioni squisitamente commerciali.

La soluzione? Portare sul mercato una nuova generazione di device, e l’evento che si terrà a New York il 26 ottobre potrebbe esser proprio l’occasione ideale per dare seguito a una nuova gamma di Surface! Il condizionale corre d’obbligo però, perché le dichiarazioni rilasciate dagli alti vertici aziendali lasciano pensare in realtà che Surface Pro 5 e Surface Book non arriveranno prima della primavera 2017.

via