Nidhogg 2 non è come mi aspettavo

“Nidhogg” è un gioco di scherma per due giocatori caratterizzato da una grafica semplicissima e da un gameplay minimale. Uscito inizialmente su PC e poi su Mac, PlayStation 4 PlayStation Vita, “Nidhogg” fa duellare due giocatori in un’ampia arena divisa in schermate: ogni volta che uno dei due giocatori sconfigge l’altro ha il diritto di raggiungere la schermata successiva e il primo schermidore che raggiunge il limite del livello, battendo schermata dopo schermata l’avversario, vince lo scontro e viene divorato dal mitico serpende Nidhogg. Per darvi un’idea del gioco trovate qui sotto il suo vecchio trailer.

Visto? Ok, quindi immaginate la mia sorpresa quando mi è arrivata la mail di annuncio di “Nidhogg 2”, che ha l’aspetto che trovate nell’immagine di apertura e nel trailer qua sotto. Ho fiducia nello sviluppatore, Messhof, ma mi pare che “Nidhogg 2” si preoccupi un po’ troppo di rispettare la regola aurea dei sequel (“di più”) rinunciando alla semplicità e alla pulizia che hanno reso celebre l’originale: in “Nidhogg 2” c’è una grafica con più pixel (ispirata al 16 bit), più animazioni, più livelli, più campagna per giocatore singolo, più colonna sonora, più armi

Anche il pulito stile grafico, neon e anni 80, di “Nidhogg” si evolve in un ricco e grottesco mondo di caricature deformi. Un’evoluzione davvero inaspettata ma a cui devo riconoscere un pregio: come ho scritto, mi ha sorpreso. Ho avuto difficoltà a ricollegare “Nidhoog 2” a “Nidhogg”, a farlo coincidere con il gioco originale, ed è qualcosa che per una volta mi fa piacere poter scrivere parlando di un sequel. “Nidghoog 2” uscirà prima su PC, e poi per altre piattaforme, nel 2017.

lascia un commento