Nintendo Switch. Tutto quello che sappiamo (e che non sappiamo)

Giovedì 20 ottobre Nintendo ha diffuso il primo video del Nintendo Switch, la sua nuova console precedentemente conosciuta col nome in codice di Nintendo NX. Il video ha mostrato una console simile a quella che le informazioni diffuse da Emily Rogers, Laura Kate Dale e Eurogamer avevano già annunciato: il Nintendo Switch sarà una console ibrida capace di comportarsi sia da console fissa (casalinga) sia da console portatile.

Nintendo Switch: Dettagli dal video di presentazione

Il Nintendo Switch, che legge cartucce, potrà essere usato in tre modi. Come console portatile sarà un dispositivo dal grande schermo, ma sottile, dotato di due controller lateriali. A casa i due controller potranno essere staccati dallo schermo e incastrati su un supporto, mentre il dispositivo portatile verrà inserito in una dock, una stazione fissa, che collegherà il Nintendo Switch alla televisione (e questo passaggio da portatile a fisso avverrà senza soluzione di continuità e senza spegnere la console). Per finire, esiste una forma intermedia in cui il dispositivo portatile del Nintendo Switch viene messo in verticale e appoggiato su un suo supporto e i controller laterali vengono sganciati. In alcuni giochi, a quanto pare, i due controller potranno funzionare indipendentemente permettendo a due giocatori di sfidarsi in multiplayer su un singolo Nintendo Switch e sarà disponibile un GamePad Pro, più tradizionale.

Queste sono le uniche informazioni sicure che vengono dal video di presentazione di Nintendo Switch, mentre il resto (anche i videogiochi che nel video vengono usati per dimostrare le potenzialità della console) è ancora dubbio. Secondo Takashi Mochizuki de The Wall Street Journal Nintendo non intende diffondere per ora altre informazioni: Nintendo Switch uscirà a marzo 2017 e il resto verrà diffuso prima del lancio. “Nintendo: nessun altro annuncio ufficiale arriverà nel 2016 a proposito di videogiochi disponibili o specifiche tecniche, incluso  il region lock”. Nintendo promette però di non aver ancora mostrao tutto. L’assenza di informazioni dettagliate su Nintendo Seitch è stata accolta con sospetto dai mercati, che dopo una reazione positiva ai vari rumor su Nintendo NX/Switch hanno risposto molto negativamente alla presentazione della console.

Nintendo Switch azioni shares

Nintendo Switch: Dettagli ufficiali ma successivi al video

Alcune delle informazioni mancanti, come il prezzo, sono vitali per comprendere le potenzialità di successo del Nintendo Switch, ma dopo il video Nintendo e i suoi partner hanno aggiunto solo poche notizie. Nvidia ha confermato che la GPU è una Nvidia Tegra personalizzata, come anticipato da Emily Rogers, e Nintendo ha specificato a IGN che i controller del Nintendo Switch che supporterà gli Amiibo) si chiamano Joy-Con e che il cuore del Nintendo Switch, la sua potenza computazionale, è nel dispositivo mobile. “La stazione fissa non è l’unità principale del Nintendo Switch. L’unità principale è quella che ha lo schermo LCD, e a cui i due controller Joy-Con possono essere attaccati e staccati. La funzione principale della Nintendo Switch Dock è dare l’uscita TV e di garantire energia al sistema.” A giudicare da questa informazione, quindi, la stazione non aumenterebbe le prestazioni del Nintendo Switch, ma spero che la dock non sia l’unico modo per caricare il dispositivo mobile. L’unità portatile è il vero centro e quando si userà come console fissa questa parte mobile andrà inserita nella stazione e non sarà quindi sfruttabile come secondo schermo come il GamePad dello Wii U. Inoltre, il Nintendo Switch mancherebbe di retrocompatibilità e non leggerà né i dischi dello Wii U, che andrà a sostituire, né le cartucce del Nintendo 3DS, che secondo Nintendo resterà però accanto al Nintendo Switch.

Nintendo Switch: Dettagli non ufficiali

Altri dettagli, sempre anticipati in passato da Laura Kate Dale o da Emily Rogers ma non contenuti nel video, potrebbero però essere ormai considerati particolararmente credibili: se conoscevano la natura ibrida del Nintendo Switch, la sua GPU, la forma e anche la disposizione dei tasti dei suoi controller perché dovrebbero avere dati falsati su altre caratteristiche? Per esempio, sappiamo da Emily Rogers che il Nintendo Switch non avrà il region lock, cioè che la console non sarà obbligata a far girare solo giochi acquistati nell’arbitraria regione del mondo da cui proviene. E poi, sempre da Emily Rogers (e Laura Kate Dale ha confermato), sappiamo che la console portatile avrebbe un touchscreen anche se Nintendo si è rifiutata di confermare. La presenza di un touch screen pone naturalmente dei problemi: come saranno riproposti quei controlli quando il Nintendo Switch sarà usato come console fissa e lo schermo portatile non sarà disponibile? Secondo Laura Kate Dale (e le sue fonti all’interno di Ubisoft, partner per Nintendo Switch) il controller destro del Nintendo Switch (il Joy-Con R) potrebbe avere alla sua base un puntatore capace di sostituire il tap del touchscreen quando la console viene usata nella sua forma fissa. Infine, c’è l’importante particolare della durata della batteria che, secondo Emily Rogers, garantirebbe tre ore di autonomia.

Nintendo Switch: Giochi

Più complicata è, a quanto pare, la situazione sui giochi in uscita per Nintendo Switch. Sappiamo già che “The Legend of Zelda: Breath of the Wild” (mostrato all’inizio del video) arriverà anche su Switch oltre che su Wii U, ma nella presentazione sono visibili anche “The Elder Scrolls 5: Skyrim” e “NBA 2K17” (o qualcosa di equivalente), giochi però non confermati dalle loro compagnie. Un rappresentante di Bethesda ha per esempio affermato che “Siamo felici di aver avuto la possibilità di collaborare con Nintendo per il video. Mentre non possiamo confermare l’uscita di alcun gioco specifico in questo momento siamo contenti di annunciare il nostro accordo di collaborazione con Nintendo e il nostro supporto per lo Switch. Non vediamo l’ora di rivelare specifici giochi e dettagli in futuro.” Un commento equivalente proviene da 2K rispetto a “NBA 2K17”. Inoltre, i giochi mostrati sul Nintendo Switch nel video sono stati aggiunti in post-produzione e non giravano veramente sulla console.

lascia un commento