Questa stagione autunnale è stata un po’ deludente per i titoli AAA: ne sono usciti tanti, tantissimi (“Titanfall 2”, “Call of Duty: Infinite Warfare”, “Battlefield 1”, “Watch Dogs 2”, “Dishonored 2”, “Final Fantasy 15″…) e hanno un po’ saturato il mercato proprio alle porte dei saldi del Black Friday e di Natale. Tutti vogliono un ruolo nelle compere natalizie dei videogiocatori, ma nel 2016 ci sono stati forse troppi contendenti. Il risultato è stata una decisa diminuzione delle vendite al lancio di “Watch Dogs 2”, “Call of Duty: Infinite Warfare”, “Titanfall 2” e “Dishonored 2” rispetto a quelle vendute (sempre al lancio) dal capitolo predente delle rispettive serie. “Call of Duty: Infinite Warfare” ha comunque goduto del secondo lancio migliore del 2016 (dietro a quello di “FIFA 17” che, col Black Friday, è pure tornato primo per vendite), ma la diminuzione di giocatori di anno in anno comincia a essere sensibile e stavolta ha effetti spettacolari soprattutto su PC, su Steam.

“Call of Duty” esce ogni anno, all’inizio di novembre. Nel 2013 uscì “Call of Duty: Ghosts” di Infinity Ward (il 5 novembre), nel 2014 uscì “Call of Duty: Advanced Warfare” di Sledgehammer Games (il 3 novembre), nel 2015 uscì “Call of Duty: Black Ops 3” di Treyarch (il 6 novembre) e nel 2016 è uscito “Call of Duty: Infinite Warfare”, di nuovo di Infinity Ward (il 4 novembre). Sono passati 25 giorni dal lancio dell’ultimo “Call of Duty”, e nelle classifiche di Steam il gioco ha risultati tanto scadenti da rivaleggiare con “Call of Duty: Black Ops 3” uscito l’anno scorso. Nel ventiquattresimo giorno dal lancio (è troppo presto per avere dati credibili per oggi) “Call of Duty: Infinite Warfare” ha avuto su Steam 76.733 giocatori giornalieri (fonte: GitHyp). Una cifra che mostra sicuramente un gioco ancora vitale, ma che sparisce se confrontata con il numero di giocatori che i precedenti episodi vantavano dopo un uguale periodo dall’uscita.

Dopo 24 giorni dall’uscita “Call of Duty: Black Ops 3” aveva 406.122 giocatori (e il dato è ancora più interessante, perché in entrambi i casi parliamo dello stesso giorno della settimana, un lunedì). Passando da “Call of Duty: Black Ops 3” a “Call of Duty: Infinite Warfare” “Call of Duty” è passato su Steam da più di 400 mila giocatori a meno di 80 mila, cioè ha perso l’80% degli utenti attivi giornalieri (81,1%). La situazione migliora considerando nei giocatori totali giornalieri anche quelli di “Call of Duty: Modern Warfare Remastered” (21.735 nel 24esimo giorno dal lancio), riducendo la perdita a circa il 75%, ma sarebbe mecessario pensare che tutti questi giocatori abbiano comprato una Legacy Edition di “Call of Duty: Infinite Warfare” per poi dedicarsi solo a “Call of Duty: Modern Warfare Remastered”. Va inoltre considerato che “Call of Duty: Intinite Warfare” è venduto su PC non solo attraverso Steam, ma anche attraverso Windows Store. Il negozio è stato però sabotato da Activision (chi compra il gioco su Windows Store non può giocare in multiplayer con chi lo ha su Steam) e i giocatori contemporanei sono tanto pochi su Windows Store da spingere Microsoft a restituire i soldi a chi ne fa richiesta.

Più difficile è il confronto con i capitoli precedenti, sia per l’assenza di dati su GitHyp sia perché si vanno a confrontare giorni diversi della settimana prendendo un uguale periodo di tempo. Mi affido ai dati di Steam Charts, che per “Call of Duty: Infinite Warfare” indica una media di 5.100,5 giocatori in contemporanea a Novembre 2016 e per “Call of Duty: Black Ops 3” indica una media di 24.852,8 giocatori in contemporanea a Novembre 2015, confermando l’80% di diminuzione. La media mensile di giocatori contemporaneamente attivi era di 15.883,9 per “Call of Duty: Advanced Warfare” nel novembre 2014 ed era 15.290,4 per “Call of Duty: Ghosts” nel novembre 2013. “Call of Duty: Black Ops” è la sotto-serie di “Call of Duty” di maggior successo, e quindi può essere rischioso confrontarla con una sotto-serie alla fine nuova come “Call of Duty: Infinite Warfare”. Ma anche confrontando i giocatori contemporaneamente attivi di “Call of Duty: Infinite Warfare” con quelli di “Call of Duty: Ghosts” e di “Call of Duty: Advanced Warfare” (cioè di due sotto-serie meno famose di “Call of Duty: Black Ops” e al loro primo episodio) vediamo ugualmente su PC una perdita del 66% circa di giocatori. Anche qui la situazione migliora (di poco) considerando che “Call of Duty: Modern Warfare Remastered” ha avuto a novembre una media di 383,1 giocatori contemporanei giornalieri. Insomma, su PC Steam “Call of Duty: Infinite Warfare” ha perso dal 75,8 all’81,1% di giocatori rispetto a “Call of Duty: Black Ops 3” e dal 67,3 al 64,8% (le cifre sono solo indicative) rispetto a “Call of Duty: Ghosts” e “Call of Duty: Advanced Warfare”.

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]