Steam inaugura i Premi di Steam con i Saldi Autunnali

Il Black Friday segna l’inizio del periodo dei saldi di fine anno, saldi che continueranno con qualche interruzione sino a Natale, e quindi anche del momento in cui ci guardiamo indietro e diamo una valutazione dell’anno videoludico. Nascono così vari premi come i The Game Awards e i nuovi Premi di Steam (Steam Awards), che accompagnano gli abituali Saldi Autunnali appena iniziati (tenetili d’occhio, dureranno sino al 29 novembre alle sette di sera). I Premi di Steam verranno dati da una giuria popolare composta dall’intera comunità di utenti della piattaforma di distribuzione digitale Valve.

I Premi di Steam sono divisi in otto categorie, ma non aspettatevi i classici premi. Non c’è “il miglior sparatutto dell’anno” o “il miglior sonoro” o “il miglior multiplayer”, ma categorie molto più bizzarre e interessanti. La prima categoria è “La prova del tempo”, che premia un gioco che diverte ancora come la prima volta, un gioco senza tempo che resiste al confronto con le nuove uscite. C’è poi il Premio “Non sto piangendo, ho solo qualcosa nell’occhio” che premia i giochi davvero emozionanti, quelli che all’improvviso ti fanno piangere. Immagino che qui la gara sarà tra “Life Is Strange” e “UnderTale” (ma propongo come sfidante “That Dragon, Cancer”).

C’è il Premio “Ancora 5 minuti”, che credo abbia bisogno di poche spiegazioni. Avete presente quando non riuscite ad andare a dormire perché un gioco vi ha catturato e non sapete smettere? A me fa questo effetto “Crusader Kings 2” per esempio. Attenzione a non essere ingannati dal nome del Premio “WOW, che storia!”: non si tratta di un banale premio alla storia, alla trama. “WOW, che storia!” premia invece la capacità di stupire di un videogioco. Magari è la trama ad avervi stupito, magari è un panorama, ma qualcosa vi ha fatto dire “WOW”. Interessante anche il Premio “Il cattivo che ha più bisogno di un abbraccio”.

Abbiamo poi il Premio “Miglior gioco all’interno di un gioco”, che premia il miglior minigioco, e il complicato Premio “Pensavo che questo gioco fosse bello prima che vincesse un premio”, che ha bisogno di un po’ di spiegazioni. Il Premio “Pensavo che questo gioco fosse bello prima che vincesse un premio” premia un gioco poco conosciuto, magari poco pubblicizzato, che avete scoperto e amato e di cui avete sparso la voce tra gli amici. Insomma, è la vostra occasione per premiare un gioco che secondo voi è stato sottovalutato (o non è stato valutato per niente).

Vengo poi due categorie… ancora più particolari. Abbiamo “L’uso migliore di un animale da fattoria” (qualcuno batterà “Goat Simulator”?) che premia un gioco che fa l’uso… l’uso migliore di un animale da fattoria. Giuro: la descrizione è questa! E per finire c’è la categoria a scelta: il Premio “Non abbiamo pensato a tutto”: proponete voi uan categoria che vi sembra mancare e Steam deciderà se includerla! Per partecipare e votare i Premi di Steam dovete entrare su Steam con il vostro account, entrare nella pagina del Negozio del gioco che volete votare e scegliere la sua categoria (o inventarvene una voi per il Premio “Non abbiamo pensato tutto”).

A quanto pare, uno dei Premi “Non abbiamo pensato a tutto” più gettonati è “Game that deserves a sequel” (“gioco che merita un seguito”, scritto però tutto maiuscolo “GAME THAT DESERVES A SEQUEL”), Premio che sta venendo assegnato logicamente a “Half-Life 2: Episode 2”. Non si tratta neanche di una richiesta così strampalata: una decina di anni fa, quando ancora Valve comunicava con i suoi fan e parlava di videogiochi, “Half-Life 2: Episode 3” era stato effettivamente annunciato. Un altro gruppo di videogiocatori si sta invece organizzando per assegnare a “No Man’s Sky” un premio che lo caratterizzi come “gioco più deludente dell’anno”. “Refund of the year” è attualmente la mia proposta preferita.

lascia un commento