News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

Ubisoft e Netflix trattano per una serie tv

Yves Guillemot, CEO di Ubisoft, ha annunciato di essere in trattativa con Netflix per realizzare una serie da uno dei suoi marchi. Activision ha di recente collaborato con Netflix per la trasmissione di “Skylanders Academy”, la serie a cartoni animata del suo videogioco “Skylanders”. Ubisoft non ha detto su quale delle sue molte serie di videogiochi si concentrerà la collaborazione. “Assassin’s Creed” è, naturalmente, il primo nome che viene in mente a tutti, ma i marchi legati alle sotto-serie della serie “Tom Clancy’s” potrebbero essere una scelta ugualmente valida.

L’iniziativa fa parte della grande espansione di Ubisoft: di recente, la compagnia francese ha aperto anche una divisione dedicata all’editoria, sempre legata ai suoi videogiochi. Ma, soprattutto, fa parte della strategia di Ubisoft per rimanere indipendente di fronte al continuo attacco del colosso francese dell’intrattentimento Vivendi che ha già aggressivamente comprato Gameloft, altra compagnia di videogiochi della famiglia Guillemot. Dopo l’ultima acquisizione, Vivendi possiede ora il 24 percento delle azioni di Ubisoft e controlla il 21,29 percento del diritto di voto. Durante l’ultima assemblea, Ubisoft è riuscita a evitare l’ingresso di Vivendi nel CdA della compagnia, ma il gigante francese ha fatto sentire la sua voce semplicemente astenendosi e bloccando in parte i lavori dell’assemblea, dimostrando il suo peso decisionale.

Ubisoft, con la sua divisione Ubisoft Motion Pictures, sta inoltre lavorando a una ricca serie di film tratti dalle sue principali serie di videogiochi, tra cui anche quelle più recenti come “Watch Dogs” e “Tom Clancy’s The Division”. Attualmente sono stati annuncuiati i film di “Tom Clancy’s The Division”, “Tom Clancy’s Ghost Recon”, “Tom Clancy’s Splinter Cell”, “Watch Dogs”, mentre a fine anno (in Italia, a inizio 2017) uscirà il primo film legato alla serie di “Assassin’s Creed” e “Rabbids” ha avuto un suo programma “Rabbids Invasion” su Nickelodeon.