News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

Uncharted: il film torna in lavorazione con un nuovo regista

Dopo essere stato eliminato da Sony dal calendario 2017 il film di “Uncharted”, sinora privo di regista e cast dopo vari stravolgimenti, è di nuovo in lavorazione: Shawn Levy (“Real Steel”, “Una notte al museo”, “Stranger Things”), scrive Deadline, ne farà la regia. Il film sarà scritto da Joe Carnahan, che ha parlato dell’opera in un’intervista con Collider in cui conferma anche la presenza di Shawn Levy.

Secondo l’intervista Carnahan ha definito i principi dell’adattamento insieme a Neil Druckman, direttore creativo di Naughty Dog, Amy Hennig, creatrice di “Uncharted” ora passata a Electronic Arts, e Nolan North, doppiatore di Nathan Drake, consapevole che “non funzionerà semplicemente come un copia-incolla dal videogioco”. Per far intendere cosa vuole fare Carnahan pone come esempio il pessimo “Watchmen” (2009) di Zack Snyder, in effetti ottimo caso di adattamento che copia la forma ma distrugge il contenuto dell’opera originale, occupandosi principalmente di soddisfare i fan dando loro tutto quello che si aspetterebbero di trovare. Invece, secondo Carnahan, l’industria cinematografica deve capire che i fan non sono così importanti, non devono essere il riferimento degli autori.

“Io penso fortemente che i fan e i loro gruppi di pressione siano esageratamente tenuti in conto a Hollywood, mentre non hanno in realtà neanche lontantamente il potere che pensiamo abbiano”. Naturalmente, ci sono parti della storia e aspetti dei personaggi che non potranno essere ignorate (come l’anello di Drake e il suo retaggio), mentre altre cose saranno stravolte e reinterpretate liberamente e pare che il film (o meglio la serie di film) darò il dovuto spazio a Sully. Pur citando ripetutamente “I predatori dell’Arca Perduta” come modello, Carnahan vuole realizzare con “Uncharted” un film che sia l’opposto di “Indiana Jones”, mostrando di suoi personaggi non come eroici archeologi un po’ troppo avventurosi ma come, giustamente, ladri e tombaroli. Mi sembra la giusta predisposizione mentale per lavorare a un film tratto da videogioco, ed è un discorso che fortunatamente leggo sempre più spesso fare dagli autori: J. J. Abrams disse qualcosa di non molto diverso parlando del suo lavoro sugli adattamenti di “Portal” e “Half-Life”.

Joe Carnahan è attualmente occupato a dirigere “Bad Boys For Life”, il seguito di “Bad Boys” con Will Smith che non ha più l’età, e inoltre mancano ancora da definire gli attori per tutti i ruoli, compreso quello di Nathan Drake (purtroppo Chris Pratt ha rinunciato alla parte). Il film di “Uncharted” dovrebbe essere essere prodotto da Charles Roven (“Il cavaliere oscuro”), Avi Arad (“Iron Man”) e Alex Gartner (“Warcraft – L’inizio”). Se volete un elenco (spero) completo di tutti i film tratti da videogiochi in uscita nei prossimi anni potete trovarlo in questo mio articolo.