News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

Zelda Breath of the Wild non ci sarà al lancio di Nintendo Switch, ma Mario sì

Se ne parla ormai da più di una settimana: “The Legend of Zelda: Breath of the Wild” non sarebbe uno dei titoli di lancio di Nintendo Switch, ma più probabilità le ha il prossimo “Super Mario” 3D, brevemente mostrato nel video di presentazione della console. Nintendo non ha mai affermato che “The Legend of Zelda: Breath of the Wild” sarebbe stato uno dei titoli di lancio di Nintendo Switch, in uscita a marzo 2017, limitandosi a definire come finestra di uscita l’intero prossimo anno, ma sinora il peso che era stato dato al prossimo “The Legend of Zelda” aveva fatto pensare alla sua importanza nella promozione della nuova console Nintendo.

Invece, spiega Emily Rogers, fonte credibile per quanto riguarda Nintendo NX/Nintendo Switch, l’arrivo di “The Legend of Zelda: Breath of the Wild” potrebbe arrivare dopo il lancio di Nintendo Switch a causa del lungo lavoro di localizzazione necessario. “È un gioco davvero ambizioso, forse troppo ambizioso” ha affermato una fonte della Rogers. La localizzazione non sarà completata sino a fine dicembre e poi il gioco necessiterà di almeno quattro mesi di prove: “The Legend of Zelda: Breath of the Wild” potrebbe quindi non essere pronto sino alla prossima estate.

Secondo informazioni raccolte da Emily Rogers e da Tom Phillips di Eurogamer (che conferma i ritardi su “The Legend of Zelda: Breath of the Wild”) potrebbe invece essere uno dei titoli di lancio di Nintendo Switch il prossimo “Super Mario” 3D, che inizialmente pensavamo sarebbe stato annunciato solo al prossimo E3 (basando questa idea su una affermazione precisa di Miyamoto).

A  quanto pare il nuovo “Super Mario” 3D sarebbe molto più avanti nello sviluppo di quanto avessimo mai potuto credere, considerando che si tratta di un gioco non ancora annunciato. Si tratterebbe sicuramente, inoltre, di un gioco più semplice da localizzare e da testare rispetto a “The Legend of Zelda: Breath of the Wild”, un’opera ricca di elementi sandbox che Nintendo vuole distribuire col minor numero possibile di bug. “The Legend of Zelda: Breath of the Wild” è stato annunciato nel 2013 per poi essere rinviato molteplici volte; ora molti lo aspettavano sperando di poterlo acquistare in bundle con il Nintendo Switch (che dovrebbe avere una versione di lancio con gioco incluso) e l’assenza di “The Legend of Zelda: Breath of the Wild” potrebbe effettivamente rallentare le vendite della nuova console Nintendo. Come al solito, non avremo informazioni ufficiali a riguardo sino a gennaio 2017.