Windows 10 sta per ricevere una Game Mode?

Microsoft starebbe lavorando a una Game Mode, una “modalità videogioco”, per il suo sistema operativo Windows 10. L’obiettivo sarebbe implementare in Windows 10 una modalità capace di migliorare le prestazioni durante l’esecuzione dei giochi, similmente a come funziona l’Xbox One: Windows 10, quando la Game Mode è attiva, limiterebbe il consumo di memoria, CPU e GPU da parte delle applicazioni, lasciando spazio al videogioco in esecuzione. Il sistema operativo si occuperebbe insomma di ridurre gli sprechi allo scopo di far girare il gioco meglio possibile, sacrifidando tutto il resto, come se fosse una console dedicata.

La modalità sarebbe stata scoperta , come riporta WindowsCentral, nella distribuzione 14997 di Windows 10, che è di recente trapelata. Non sarebbe ancora funzionante, ma potrebbe essere presto testata. È possibile che la modalità resterà esclusiva dei giochi dello Windows Store, cioè della Universal Windows Platform, invece di diventare disponibile per tutti i giochi per PC Windows. Potrebbe anzi essere un buon modo di Microsoft per incoraggiare all’uso dello Windows Store, per ora poco valorizzato persino da esclusive come “Quantum Break”, che è poi finito su Steam in una versione per DirectX 11 che gira persino meglio di quella per DirectX 12.

Sarebbe però molto interessante vedere questa Game Mode al lavoro su tutti i giochi, anche su quelli per esempio di Steam o Origin o Uplay. Hardware più vecchio, o con una quantità minore di memoria, potrebbe immensamente giovarne, anche perché sono sempre troppi i processi che le applicazioni di Windows laciano aperti senza che gli utenti se ne accorgano o senza che possano spegnerli del tutto. Per esempio, non posso eliminare totalmente Cortana.