Huawei, sei designer arrestati per spionaggio industriale

I segreti aziendali sono una delle parti più delicate e preziose di ciascuna impresa, ed è per questo che i competitor tentano spesso di stanarli e sfruttarli per indebolire chi sta dall’altra parte. Il furto di segreti aziendali insomma è una vera e propria piaga per chi ne rimane vittima, e in fin dei conti è proprio quello che è accaduto in questi giorni a Huawei.

A rendere nota la vicenda è stato il sito cinese PCPop.com, che racconta di sei designer Huawei arrestati per aver tentato di vendere informazioni riservate a una realtà concorrente, la famosa LeEco. In pratica questi dipendenti di Huawei lavoravano contro la loro stessa azienda col tentativo di guadagnare qualche soldo extra, ma i loro piani non sono andati come avrebbero sperato.

Sembra infatti che Huawei abbia denunciato e fatto arrestare queste spie e che nel frattempo LeEco continui a negare di aver ricevuto informazioni riservate da parte di terzi, rispedendo di fatto l’intera questione al mittente. A dire il vero bisogna ancora chiarire quali tipi di informazioni siano state trafugate, ma è inevitabile pensare che di qui alle prossime settimane verrà fatta chiarezza su questa vicenda.

fonte: PcPop.com