Nintendo chiarisce la dimensione massima delle Micro SD supportate da Nintendo Switch

La memoria intera di Nintendo Switch è limitata a 32 GB, in parte occupati dal sistema operativo stesso. Limitare la dimensione del disco fisso è stato probabilmente necessario per garantire la portabilità di Nintendo Switch, ma 32 GB di memoria bastano a contenere un solo gioco grande (intendo giochi della dimensione di “The Legend of Zelda: Breath of the Wild”), al massimo due, in versione download. Chi preferisce il download al formato fisico, per non doversi portare in giro tutte le schedine dei giochi o perché apprezza i videogiochi indipendenti (che normalmente non escono inscatolati), sarà costretto a espandere la memoria di Nintendo Switch con schede Micro SD.

Durante lo streaming di Nintendo Treehouse, come avevo riportato, era stato detto che Nintendo Switch sarebbe stato compatibile con Micro SD (Micro SDXC) sino a 256 GB di capienza. Una nuova dichiarazione di Nintendo, rilasciata a GameInformer, corregge questa affermazione. “Nintendo Switch è compatibile con lo standard SDXC, che supporta sino a 2 TB. (Notate che le schede da 2 TB non sono ancora disponibili sul mercato, ma il sistema le supporterà quando lo saranno)”.

Attualmente, le Micro SDXC acquistabili arrivano sino a 512 GB (per un costo che parte da €200), mentre le schede da 1 TB sono state presentate solo a settembre. Le schede da 2 TB devono ancora arrivare, ma non aspettatevi per molti anni prezzi sostenibili per il consumatore medio. L’acquisto di una Micro SDXC abbastanza capiente (diciamo da 256 GB, capace di contenere cioè una ventina di giochi) si va a sommare ai €329,98 della console. Aspettate però ad attrezzarvi: Nintendo Switch non necessiterà di installare tutti i giochi nella memoria, come fanno PlayStation 4 e Xbox One, e per capire esattamente di quanto spazio ognuno avrà bisogno per le sue necessità dovremo aspettare di vedere come Nintendo gestirà download, DLC e aggiornamenti.