Scalebound è stato cancellato [AGGIORNATO]

[AGGIORNAMENTO 21:42] Microsoft ha confermato la cancellazione di “Scalebound”, rilasciando questa dichiarazione: “Dopo un’attenta valutazione, Microsoft Studios è giunto alla decisione di terminare la produzione di Scalebound. Ci stiamo duramente impegnando comunque per dare ai nostri fan una magnifica serie di videogiochi durante il 2017, come Halo Wars 2, Crackdown 3, State of Decay 2, Sea of Thieves e altre grandi esperienze.” Segue la storia originale.

Secondo molteplici fonti, raccolte da Jason Schreler di Kotaku (un giornalista assai affidabile di un sito assai affidabile), “Scalebound” avrebbe attraversato uno sviluppo tanto travagliato da rischiare la cancellazione. Il videogioco, prodotto da Microsoft Studios e creato da Hideki Kamiya (“Resident Evil 2”, “Devil May Cry”, “Viewtiful Joe”, “Bayonetta”) e dal suo studio PlatinumGames, è stato rinviato diverse volte e sarebbe dovuto uscire su PC e, in esclusiva console, su Xbox One.

Invece, “Scalebound”, pur essendo stato annunciato all’E3 del 2014, potrebbe essere cancellato. Microsoft non parla da mesi del gioco, non lo cita nel recente post su Xbox Wire in cui parla del futuro della console e dei suoi giochi e la sua pagina è a quanto pare scomparsa da alcune versioni del sito ufficiale di Xbox. Secondo Schreler dovrebbe esserci presto un annuncio ufficiale a riguardo e Microsoft ha risposto a Kotaku affermando che “avremo presto più informazione da condividere su Scalebound”, in qualche modo confermando che ci dobbiamo aspettare novità.

“Scalebound” è un ambizioso videogioco di ruolo d’azione in terza persona in cui il protagonista, Drew, dotato di un braccio da drago e capace di trasformarsi in un mezzo-drago, combatte al fianco del drago Thuban, a cui è legato magicamente (la morte di uno dei due provoca la morte dell’altro). Il giocatore controlla Drew, ma può impartire ordini precisi al drago e può controllarlo direttamente, in prima persona, sfruttando il suo legame (ma abbandonando il corpo di Drew, che resta vulnerabile). Oltre alla personalizzazione del drago e del protagonista, in stile gioco di ruolo, “Scalebound” avrebbe avuto enormi nemici da scalare, come “Shadow of the Colossus”, e una modalità cooperativa multiplayer per quattro giocatori.