Tomb Raider perde la sua scrittrice

Rhianna Pratchett, scrittrice per Crystal Dynamics di “Tomb Raider” (2013) e “Rise of the Tomb Raider” (2015, ma uscito su PC e PlayStation 4 nel 2016) ha lasciato la compagnia. L’annuncio, dato prima dall’account Twitter di Crystal Dynamics e poi da Rhianna Pratchett stessa, sempre su Twitter, mostra quella che sembra una separazione pacifica, e la scrittrice afferma di essere in cerca di “nuove avventure”.

Rhianna Pratchett ha definito la svolta più intima e umana di Lara Croft in “Tomb Raider” (2013) e “Rise of the Tomb Raider”, abbandonandone l’immagine di avventuriera senza paura e raccontando una ragazzina con ancora molto da imparare costretta ad affrontare (in “Tomb Raider”) e poi decisa a scoprire (in “Rise of the Tomb Raider”) segreti sepolti in un passato pronto a mostrare i limiti e le miserie della ragione umana.

Nonostante Square Enix si sia detta contenta dei risultati commerciali di “Rise of the Tomb Raider”, uscito inizialmente come esclusiva Xbox One, Crystal Dynamics ha perso prima il suo presidente, Darrell Gallagher, poi il direttore di “Rise of the Tomb Raider”, Brian Horton, e  ora la sua scrittrice principale. Non sappiamo che strada prenderà “Tomb Raider” con il suo nuovo direttore (ma Crystal Dynamics ha già detto qualcosa a proposito), ma la serie è certo troppo famosa (e c’è anche un nuovo film in uscita) per essere abbandonata da Square Enix. Rihanna Pratchett ha in passato lavorato come scrittrice anche a “BioShock Infinite”, “Mirror’s Edge”, “Prince of Persia”, “Risen” e “Thief” e ha scritto parte dei fumetti di “Mirror’s Edge” e “Tomb Raider”.