News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

Disney si starebbe preparando a ristrutturare la sua divisione YouTuber

Secondo The Wall Street Journal (ma io riprendo questa notizia da Polygon) Disney sta per interrompere il supporto a più di 55 mila YouTuber. Disney possiede dal 2014 Maker Studios, un’agenzia che si occupa di promuovere e supportare YouTuber mettendoli a contatto con gli sponsor che saranno poi pubblicizzati nei video, e a quanto pare l’agenzia sarà ridimensionata (con il licenziamento di 80 dipendenti) e il numero totale di YouTuber supportati passerà dagli attuali 60 mila a 300.

Maker Studios era l’agenzia che rappresentava anche PewDiePie, il più seguito YouTuber del mondo. PewDiePie è stato recentemente allontanato da Maker Studios a causa di una serie di suoi video che mostravano in modo un po’ ossessivo riferimenti al nazismo e battute a sfondo anti-semita (sottolineo che questo non rende PewDiePie anti-semita o razzista, ma solo una pessimo comico improvvisato che non sa come strutturare le battute ma vuole ugualmente spingere su un umorismo estremo e tagliente). Secondo The Wall Street Journal Disney aveva deciso di ridimensionare Maker Studios prima di tutta la vicenda che riguarda PewDiePie.

Disney vorrebbe inserire Maker Studios esplicitamente sotto il suo marchio, concentrandosi solo su pochi YouTuber che condividono i valori della compagnia (cioè che non possono far guai) e creando sinergie tra questa nuova divisione YouTube e le altre divisioni della Disney. D’ora in poi, quindi, gli YouTuber sotto Maker Studios diventerebbero veri e propri volti della Disney che si concentreranno per pubblicizzare i suoi prodotti e i suoi marchi.