HTC dice basta agli smartphone di fascia entry level

E’ ora di dire basta agli smartphone di fascia entry level. Secondo HTC, dispositivi di questo tipo non sono più utili per produrre profitti degni di nota. Lo ha ribadito Chia-Lin Chang, presidente della divisione smartphone e dispositivi connessi di HTC, durante un incontro con gli investitori che si è tenuto dopo la pubblicazione dei risultati finanziari relativi al quarto trimestre 2016.

Il dirigente ha confermato che l’idea di uscire dal segmento entry level si sta tramutando in realtà, perché questo rappresenterà un passo significativo per portare l’azienda ad essere nuovamente competitiva. “La nostra intenzione – ha sottolineato Chang – è realizzare in linea di massima 6 o 7 smartphone all’anno”.

La dura crisi finanziaria che l’ha colpita nel suo profondo e che si sta protraendo da diversi anni ormai, ha costretto HTC a rivedere profondamente la propria politica aziendale. Secondo il  management della società, quindi, la ripresa dei profitti potrebbe passare anche e soprattutto per una rivisitazione del catalogo prodotti offerto al mercato: d’ora in avanti ci saranno così meno prodotti, ma prodotti al tempo stesso più interessanti e all’avanguardia.

Pertanto lo scenario che si sta affacciando è più chiaro che mai: HTC smaltirà i modelli di fascia bassa senza occuparsi più del conseguente rinnovamento dell’offerta.

fonte