Mass Effect Andromeda: addio alle scelte morali nei dialoghi

BioWare ha deciso di abolire ogni scelta morale dai dialoghi di Mass Effect: Andromeda, segnando quindi una distinzione netta con i precedenti capitoli della saga. Chi ha giocato la prima trilogia lo sa: le conversazioni comprendevano spesso delle scelte morali evidenti che andavano a costruire il profilo dell’alter ego del giocatore, dividendo tra “eroe” e “rinnegato”. Questa volta lo sviluppatore ha però deciso di agire diversamente e restituire agli appassionati dei dialoghi più “naturali” le cui risposte non vengano forzate dalla voglia di plasmare un profilo morale secondo le proprie preferenze.

Mac Walters, direttore creativo del gioco, ha spiegato in un’intervista rilasciata a Official Xbox Magazine che adesso vi sono scelte che permettono di andare semplicemente d’accordo o in disaccordo con il proprio interlocutore, senza un segnale evidente che indichi esattamente quale scelta morale si sta effettuando. Secondo Walters, il sistema precedente era troppo limitante e rischiava di influenzare le conversazioni dei giocatori, specialmente quelli più attenti a dare risposte mirate pur di costruire una morale da eroe o, viceversa, da rinnegato. L’obiettivo è quindi quello di costringere gli utenti a fare molta più attenzione al dialogo che stanno sostenendo, senza essere vincolati da scelte morali binarie ma da risposte veramente allineate al carattere del loro personaggio. Il nuovo sistema include peraltro quattro differenti toni di voce, rendendo in questo senso la scelta ancora più personalizzabile.

Mass Effect Andromeda sarà disponibile dal mese di marzo per PC, PlayStation 4 e Xbox One.

Via