Xiaomi Mi6: un solo smartphone Android, più fasce di mercato!

Come dobbiamo aspettarci il futuro top di gamma Xiaomi Mi6? Xiaomi è un marchio cinese, ormai più che emergente, che ha sempre (o quasi) dimostrato originalità e carattere. E’ riuscita con successo a guadagnarsi una sua fetta nel mercato internazionale, malgrado non venda ancora ufficialmente in esso. L’obiettivo di questo articolo è avanzare alcune ipotesi sul prossimo top di gamma di casa Xiaomi, basandoci su alcuni rumors e analizzando i passi già effettuati in passato.

Il titolo dell’articolo è piuttosto chiaro: Xiaomi adora creare dispositivi per ogni fascia del mercato. Questa tendenza, assieme all’abitudine di lanciare lo stesso smartphone in diverse versioni (basti ricordare le tre versioni dello Xiaomi Mi5, che non si differenziavano solo nel quantitativo di memoria ROM, ma anche nella RAM, nel clock del processore e persino nei materiali utilizzati), potrebbero condurre anche questa volta a tre versioni dello Xiaomi Mi6.

La prima versione, la più economica, dovrebbe montare il SoC MediaTek Helio X30 e costare intorno ai 290 dollari, la seconda variante dovrebbe invece montare CPU Qualcomm Snapdragon 835 e costare intorno ai 350 dollari. La versione premium, da oltre 400 dollari, sarà  caratterizzata da un design realizzato in ceramica con curvature su entrambi i lati, un display più risoluto, fotocamera più performante e un sensore per la scansione dell’iride. Il display dovrebbe essere da 5,2″ pollici, una dimensione piuttosto contenuta e una risoluzione non superiore al Full HD. La terza variante potrebbe avere risoluzione QHD, o 4K, una scelta dettata eventualmente dall’esigenza di pompare un po’ le caratteristiche tecniche.

Segue che la data di lancio dello Xiaomi Mi6 dipenda inevitabilmente da Qualcomm, che dovrà rendere disponibile il nuovissimo processore Snapdragon 835 a 10 nm. La presentazione non potrà dunque avvenire se non in primavera inoltrata, periodo in cui potrebbe essere pronta anche la nuova versione dell’interfaccia, la MIUI 9 che dovrebbe segnare una vera rivoluzione rispetto al passato.