YouTube ha deciso di rimuovere gli annunci lunghi e non saltabili

Una bella notizia ci giunge dal mondo di YouTube: gli annunci da 30 secondi e che non si possono saltare saranno rimossi a partire dal 2018. YouTube vive grazie alla pubblicità: offre a chiunque la possibilità di caricare video, ma in cambio il compenso degli ads va quasi interamente a YouTube. Certamente questo tipo di pubblicità, così lunga, è un’importante fonte di reddito, ma la società si dice pronta a farne a meno, concentrandosi piuttosto su format pubblicitari più congeniali ai visitatori e ai compratori di pubblicità.

In particolare gli annunci lunghi e non saltabili sono ormai considerati come qualcosa di obsoleto. Una sorta di eredità dalla televisione, trasportata nel più famoso dei siti di contenuti in streaming, senza però che questa sia stata riadattata. In effetti, le aziende che vogliono pubblicizzarsi si limitano semplicemente a “copiare e incollare” il proprio spot televisivo anche su YouTube. Questa decisione, invece, dovrebbe spronarle ad utilizzare al meglio lo spazio che acquistano. Sarà nel loro interesse catturare l’attenzione del visitatore affinché continui a guardare.

In fondo è un bene per ambo le parti: gli utenti avranno la possibilità di saltare l’annuncio, se non di loro gradimento, mentre le aziende pagheranno solo ed esclusivamente se il loro spot viene guardato. Va certamente fatto un plauso a YouTube per questa importante decisione, che rende un po’ più giusto e appropriato il sistema con cui la pubblicità viene proposta. Purtroppo non possiamo cantare vittoria perché il formato più breve, da 15 e 20 secondi, resterà ancora, per il momento!

via