Nintendo Switch ha negli USA il miglior lancio nella storia di Nintendo – Videogame Charts Weekly

L’episodio settimanale di Videogame Charts Weekly, la nostra rubrica sul mercato videoludico e i suoi andamenti, è naturalmente dedicata al lancio di Nintendo Switch, concentrandoci sul mercato americano e britannico. Purtroppo i risultati di Nintendo Switch in Giappone arriveranno solo in settimana e i suoi effetti sul mercato italiano saranno visibili solo nei dati che saranno pubblicati lunedì prossimo. Quindi, per ora, devo limitarmi a dare una valutazione molto parziale dell’impatto della nuova console Nintendo sul mercato. L’uscita di Nintendo Switch mette poi a confronto due titoli open-world che escono nella stessa settimana: “Horizon Zero Dawn” e “The Legend of Zelda: Breath of the Wild”. Anche per dare più senso al confronto tra questi due titoli sarà utile aspettare i dati della prossima settimana, ma ci attendiamo risultati nettamente migliori per “Horizon Zero Dawn”, soprattutto sui mercati occidentali (sarà interessante vedere cosa succede in Giappone), semplicemente a causa del maggior numero di PlayStation 4 attualmente disponibili nelle case rispetto alla somma di Nintendo Switch e Wii U. Chiuderò parlando nuovamente di “Pokémon GO”, “Minecraft” (che pare essere il secondo videogioco più venduto nella Storia), “Resident Evil: The Final Chapter” e Google Cardboard ma come ogni settimana ne approfitterò anche per raccontarvi i risultati di vendita sul mercato giapponese e italiano.

Nintendo Switch ha il miglior lancio degli ultimi anni negli USA

nintendo switch tv mode

Eric Bright di GameStop ha dichiarato a Game Rant che il lancio del Nintendo Switch negli Stati Uniti d’America è “per GameStop il miglior lancio che una console da gioco ha da ormai molti anni”. Non sono state date cifre precise, ma Reggie Fils-Aime, presidente di Nintendo of America, ha dichiarato che il lancio di Nintendo Switch è stato il miglior lancio della Storia per una console Nintendo su suolo americano. Migliore, per dire, di quello dello Wii. Il successo di Nintendo Switch è stato in effetti notevole negli Stati Uniti d’America, dove la console è andata esaurita e ora viene venduta a prezzi elevatissimi su eBay.

GameStop ha perso importanza per quanto riguarda la vendita di software a causa della concorrenza degli altri rivenditori e soprattutto dell’aumento delle vendite dei giochi in versione digitale, ed è stata pesantemente colpita dal recente annuncio di Xbox Game Pass, un servizio Microsoft su abbonamento che dà accesso a un’ampia libreria mensile di videogiochi giocabili liberamente fin quando restano nel catalogo del servizio e acquistabili dagli abbonati con uno sconto. Dopo l’annuncio le azioni di GameStop sono diminuite dell’8%, in realtà continuando un lungo trend di perdita di valore che va avanti dal 15 novembre 2013. Facilitare e scontare l’acquisto di giochi digitali infatti non diminuisce solo la vendita delle loro versioni retail (su cui GameStop guadagna ben poco come tutti i rivenditori) ma soprattutto dimunuisce il numero di copie fisiche in circolazione, e di conseguenza il numero di copie usate in circolazione (ed è su queste che GameStop guadagna davvero). Senza contare che Xbox Game Pass sarà una fonte alternativa anche per i giocatori che vorranno comprarsi un gioco uscito già da un po’. Ma, nonostante queste difficoltà quando si parla di software, GameStop controlla ancora più del 30% del mercato delle edizioni fisiche degli Stati Uniti d’America ed è il primo rivenditore di videogiochi negli USA, una posizione che negli anni si è solo ulteriormente rafforzata. Per questo credo che sia piuttosto indicativo, almeno per gli Stati Uniti d’America, che GameStop sia tanto entusiasta del lancio del Nintendo Switch.

Il lancio di Nintendo Switch, secondo quanto afferma l’agenzia Niko Partners, è stato forte soprattutto proprio negli Stati Uniti d’America e in Giappone. Nel resto del mondo, tra cui l’Europa, i risultati sono stati inferiori. Nel Regno Unito, secondo i dati diffusi da Gfk [Fonte: GamesIndistry.biz] il Nintendo Switch ha venduto 80mila unità nel suo primo fine settimana, il doppio delle unità vendute nello stesso periodo dallo Wii U. Se compariamo il lancio del Nintendo Switch nel Regno Unito con il lancio britannico delle altre console recenti troviamo la nuova macchina Nintendo al sesto posto, dopo Wii (105mila unità)3DS (113mila), Xbox One (150mila), PlayStation 3 (165mila) e PlayStation 4 (250mila) ma davanti a Xbox 360 (70mila) e appunto Wii U (40mila). Un risultato magari non eclatante, anche per il limitato numero di console distribuite ai negozi (presso certi rivenditori il Nintendo Switch è andato esaurito anche nel Regno Unito), ma che segna in qualche modo il ritorno in campo di Nintendo. Rispetto alla scorsa generazione, in cui Nintendo continuò l’opera iniziata con Nintendo DS aprendo il mercato a nuovi giocatori attirandoli con Nintendo Wii e Microsoft investì nel Kinect, questa generazione ha meno utenti e un pubblico più “core gamer”, fatto da videogiocatori appassionati, mentre i videogiocatori detti “casual” si sono spostati su dispositivi mobili [Fonte: EEDAR via Daniel Ahmad]. Nintendo Switch vorrebbe riportare questo pubblico sulle console, riuscendo anche a non perdere i videogiocatori abituali.

“The Legend of Zelda: Breath of the Wild” ha trainato il lancio di Nintendo Switch nel Regno Unito rappresentando il 75% del totale delle vendite di software per Switch (ma il 22% delle sue copie sono state vendute per Wii U), diventando il secondo miglior lancio del 2017 nella regione (dietro a quello di “Resident Evil 7: Biohazard”) e posizionandosi come secondo gioco più venduto della settimana, dietro al nuovo uscito “Horizon Zero Dawn”, esclusiva PlayStation 4 che può contare su una più ampia base di utenti. “Horizon Zero Dawn” è comunque il miglior debutto mai avuto su suolo britannico da una serie pubblicata da Sony.  Il lancio di “The Legend of Zelda: Breath of the Wild” è anche il terzo miglior lancio per un videogioco della serie “The Legend of Zelda”, dietro “The Legend of Zelda: Wind Waker” (GameCube) e “The Legend of Zelda: Twilight Princess” (Wii) e nelle Americhe ha avuto, secondo Reggie Fils-Aime, il miglior lancio mai avvenuto di un videogioco Nintendo non incluso in una console. Non è neanche l’unico gioco per Nintendo Switch ad apparire nella classifica britannica: “1-2-Switch” è al quarto posto, “Super Bomberman R” è al settimo e “Just Dance 2017” è al ventiquattresimo. Curiosità: la versione Wii di “Just Dance 2017” è stata la più venduta e ha avuto risultiati migliori di quelle per PlayStation 4 e Xbox One.

La seconda settimana di For Honor in Italia

for-honor-dominio

La classifica di vendite del mercato italiano esce con una settimana di ritardo rispetto a quella britannica, quindi non ho ancora informazioni sul lancio di Nintendo Switch. Durante la settimana dal 20 al 26 febbraio “For Honor” è rimasto al primo posto nella classifica console italiana, nella sua versione PlayStation 4 (e nella classifica sono presenti solo titoli per PlayStation 4). Al secondo posto c’è “FIFA 17”, al terzo c’è “Tom Clancy’s Rainbow Six Siege”, al quarto “Minecraft”, al quinto “Grand Theft Auto 5”, al sesto “Call of Duty: Infinite Warfare – Legacy Edition”, al settimo “Berserk and the Band of the Hawk”, all’ottavo “Nioh”, al nono “Resident Evil 7: Biohazard” e al decimo “Battlefield 1”. Meno interessante la classifica PC, sempre un po’ stagnante (gli acquisti si sono in gran parte spostati sui negozi digitali). Al primo posto c’è “Call of Duty: Infinite Warfare – Legacy Edition”, che scalza “The Sims 4” che va al secondo posto, poi c’è “Football Manager 3” seguito dai soliti quattro vecchi “Call of Duty” ancora evidentemente sostenuti da promozioni dei rivenditori: “Call of Duty: Black Ops 3”, “Call of Duty: Modern Warfare 3”, “Call of Duty 4: Modern Warfare” e “Call of Duty: Modern Warfare 2”. All’ottavo posto “FIFA 17”, al nono “Farming Simulator 17” e al decimo “Grand Theft Auto 5”.

Nier Automata esce in Giappone

Nier Automata PS4

Anche la classifica giapponese [Fonte: Media Create via Siliconera] si riferisce alla settimana che va dal 20 al 26 febbraio 2017 e durante la quale è stato lanciato “Nier: Automata” nella sua versione per PlayStation 4. Con grandissimo successo: 198.542 copie vendute. Sicuramente aiutata dal successo di “Nier: Automata” anche la PlayStation 4 ha avuto una buona settimana, vendendo 37.008 unità della sua versione base (la settimana precedente ne aveva vendute 21.204) e 6.481 unità della sua versione Pro (la settimana precedente ne aveva vendute 5.999). Quello di “Nier: Automata” è un raro risultato nel mercato giapponese odierno: un gioco che riesce a realizzare un risultato migliore rispetto ai precedenti capitoli, usciti in epoche più felici (per il mercato console) e con vendite sempre più elevate. Invece nel 2010 “Nier Gestalt” per Xbox 360 vendette solo 12.500 copie al lancio e “Nier RepliCant” per PlayStation 3 ne vendette solo 60.000, arrivando a 130.000 copie in tutto alla fine dell’anno (vi ricordo che il “Nier” originale è uscito in Giappone in queste due versioni, simili ma alternative e destinate a console diverse, mentre noi abbiamo ricevuto solo “Nier Gestalt”).

Pokémon GO arriva a 650 milioni di download

pokemon go johto

Un breve aggiornamento su “Pokémon GO” di Niantic, che è stato scaricato 650 milioni di volte, come annunciato dallo studio durante la Game Developers Conference 2017 di San Francisco. Nonostante il risultato sia impressionante va notato come la crescita di utenza sia nettamente (e prevedibilmente) diminuita dopo i primi due mesi: in due mesi “Pokémon GO” è stato scaricato 500 milioni di volte, mentre per arrivare a 650 milioni, cioè per essere scaricato altre 150 milioni di volte, ha impiegato sei mesi [Fonte: GamesIndustry.biz].

Minecraft è il secondo videogioco più venduto della storia

minecraft

Microsoft e Mojang hanno annunciato i nuovi traguardi raggiunti da “Minecraft”. “Minecraft” ha venduto 122 milioni di copie e ha tuttora 55 milioni di utenti attivi ogni mese tra tutte le piattaforme su cui è disponibile (a giugno del 2016 aveva raggiunto i 40 milioni di utenti mensili e aveva venduto 100 milioni di copie). Questi risultati rendono “Minecraft” uno dei maggiori successi della storia del videogioco, dopo “Tetris” che ha venduto in tutto ben 495 milioni di copie e davanti a “Wii Sports” (82,79 milioni). Voglio chiarire che è difficile calcolare e conoscere con precisione queste cifre, soprattutto quando si parla di giochi come “Tetris” che non sono mai stati sottoposti a brevetto e di cui esistono innumerevoli versioni.

Resident Evil The Final Chapter è il film di maggior successo della serie

resident-evil-final-chapter-recensione

Nonostante l’abitualepessima risposta della critica l’ultimo film di “Resident Evil”, “Resident Evil: The Final Chapter” di Paul W. S. Anderson con Milla Jovovich, è diventato il film dal maggiore incasso della serie con $300 milioni. Non solo: “Resident Evil: The Final Chapter” è ora il quarto adattamento cinematografio da videogioco dopo “Prince of Persia – Le sabbie del tempo”. Questo risultato è stato in gran parte sostenuto dal mercato cinese, che ha contribuito per circa metà dell’incasso totale di “Resident Evil: The Final Chapter” come ha contribuito per circa metà dell’incasso totale di “Warcraft – L’inizio” [Fonte: Daniel Ahmad]. Proprio questo “Resident Evil” non poteva contare su un’attrice o un attore cinese tra i protagonisti come invece poteva fare il precedente capitolo, “Resident Evil: Retribution” (2012), in cui Li Bingbing interpretò Ada Wong.

Google ha distribuito in tutto 10 milioni di Cardboard

Google Cardboard istruzioni

Google ha annunciato di aver in tutto distribuito nel mondo, dal 2014, più di 10 milioni di visori per la Realtà Virtuale Cardboard, il semplice ed economico apparecchio di cartone montabile che trasforma uno smartphone in un visore per la Realtà Virtuale mobile. Le app per il Cardboard sono state scaricate 160 milioni di volte, e 30 app hanno superato il milioni di download. Chiaro segno che c’è rischiesta per la Realtà Virtuale, ma che questa richiesta non è nei costosi visori di alta gamma (Oculus Rift, HTC Vive o anche PlayStation VR) ma nel VR mobile, quello utilizzabile con un qualsiasi cellulare, e Google sottolinea l’importanza dei semplici video in VR.

Videogame Charts Weekly è la rubrica settimanale di Webtrek che osserva e interpreta gli andamenti del mercato videoludico affidandosi alle opinioni di analisti dell’industria e a siti e agenzie come AESVISuperData ResearchGfk Chart-Track, che rende disponibile la classifica di vendita settimanale dei formati fisici dei giochi nel Regno Unito, GitHyp, che registra l’andamento dei giochi su Steam e su Twitch, e Media Create (attraverso Siliconera), che registra le vendite dei formati fisici (e di alcuni rivenditori online non specificati) in Giappone.

lascia un commento