The Caligula Effect è stato rimandato in Europa

Atlus ha annunciato che l’ultimo videogioco di ruolo di FuRyu, “The Caligula Effect” (originariamente intitolato in Giappone solo “Caligula”) è stato rimandato e non uscirà più in Europa il 2 maggio 2017. Se siete interessati a questo videogioco, però, non dovrete attendere molto di più: “The Caligula Effect” sarà disponibile in versione download, solo per PlayStation Vita, appena una settimana dopo, cioè il 9 maggio 2017. A quanto pare non è stata data alcuna ragione su questo ritardo.

Per consolarvi, potete vedere qui sopra un video che mostra il sistema di combattimento di “The Caligula Effect”, in cui i risultati delle azioni dei protagonisti potranno essere visualizzati in anticipo per ottimizzare le loro catene di attacchi grazie a quello che viene chiamato “Imaginary Chain Battle System”. “The Caligula Effect” è stato scritto da Tadashi Satomi, autore della serie “Persona”, e ripropone quell’atmosfera apparentemente spensierata, ma in realtà piena di tensioni e di minaccia, con cui “Persona” rappresenta l’adolescenza e la vita scolastica. Se avete una PlayStation Vita e non avete potuto giocare a “Persona 5”, o se lo avete amato e volete un altro gioco dal simile tono tenete d’occhio “The Caligula Effect”.

In “The Caligula Effect” sono uno studente qualsiasi sospeso in una vita da liceale spensierato, almeno fin quando non scopro di essere in realtà prigioniero in Mobius, un mondo virtuale creato e gestito da una vocaloid (la rappresentazione grafica di un sintetizzatore vocale) in cui le persone si rinchiudono fuggendo dalla vita reale. Mentre quasi tutti vivono beati nell’ignoranza che pare abbiano scelto alcuni studenti si accorgono dell’inganno e cercano una via di fuga, scontrandosi con i loro compagni ormai schiavi di Mobius e con il gruppo di musicisti che governa questo mondo insieme alla Vocaloid. “The Caligula Effect” promette la possibilità di fare amicizia e di unirmi in battaglia con tutti gli studenti del liceo, più di 500 possibili alleati, sfruttando le loro capacità di attacco e di supporto.

fonte Gematsu